Attentato Nassiriya (Iraq) Messaggio Cordoglio di Agnese Ginocchio

cantautrice per la Pace Agnese Ginocchio (nella foto

Allegati

30/apr/2006 09.21.50 redazione Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
 
  - Messaggio di cordoglio che perviene dalla cantautrice per la Pace Agnese Ginocchio (nella foto centrale)(www.agneseginocchio.it), per il vile attentato del 27 aprile 2006 a Nassiriya  in Iraq, che ha provocato la morte dei connazionali militari italiani, i cui funerali solenni si celebreranno martedi 2 Maggio.
Al messaggio di Agnese è pervenuto anche il ringraziamento da parte dell' Arma nazionale dei Carabinieri. -
 
     
 
"Esprimiamo indignazione per l'ennesimo e vile attentato a danno dei nostri militari italiani a Nassiriya in Iraq: Nicola Ciardelli, Franco Lattanzio e Carlo De Trizio e a Enrico Frassinito ferito nello stesso attentato. Profondo cordoglio e solidarietà alle loro famiglie, all' Esercito italiano e all' Arma dei Carabinieri. L'Italia che si tinge ancora di sangue e di lutto, ora si stringe ancora intorno a voi, per fare memoria di tutte le vittime delle stragi ingiuste. Abbiamo osservato un momento di silenzio nel rispetto di questi figli che per noi rappresentano i nostri fratelli, le nostre famiglie.
Quanto durerà questo scontro di incivilità e di intolleranza fra i popoli?
Quando si riuscirà a scorgere un raggio di Speranza oltre l'abisso, perchè l' Alba abbia a sorgere e a prevalere sopra le tenebre del terrore, dell'implacabile sete di avidità e di potere che genera l'odio?
No, non si possono ne si potranno mai giustificare i morti, come neanche si possono giustificare le guerre.
 A voi  grandi della terra, a voi politici che governate, vi supplichiamo e vi chiediamo nel nome della Pace: Ritirate le truppe militari dalle zone di guerra prima che sia troppo tardi! Tolleranza, Rispetto, Dialogo, Riconciliazione, Perdono, Nonviolenza e Pace. 
Sono queste le uniche armi da usare, che restano al mondo per il recupero delle coscienze e la rinascita dell' umanità.
Siamo chiamati tutti alla responsabilità,  a non essere complici di omicidi e di sangue innocente.
Giorno verrà che la GIUSTIZIA ci chiederà conto e che dovremo rispondere a tutte le nostre azioni!
Noi osiamo davvero sperare che mai più accadino violenze, stragi e attentati. Mai più guerre!
Domani sarà un altro giorno. Domani sorgerà il Sole della Speranza e della Fratellanza universale senza confini nel segno dell'Arcobaleno.
 Domani ogni pianto, ogni lacrima e ogni ingiustizia cesseranno d'esistere e ci sarà Pace.
Si, domani...ma è necessario cominciare a lavorare già ora per il cambiamento di rotta, perchè domani sia realmente il futuro di Speranza e di Pace! Shalom "
 
 Fonte : Agnese Ginocchio (nella foto centrale) -cantautrice per la Pace (www.agneseginocchio.it)
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl