Chiesa di Scientology di Roma: un invito all'amici zia e alla tolleranza

26/lug/2012 11.32.58 Chiesa di Scientology di Roma Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Fine settimana di “porte aperte” in occasione della Giornata Internazionale dell’Amicizia indetta dalle Nazioni Unite per il 30 luglio di ogni anno. Un invito a praticare i valori di solidarità, comprensione reciproca e riconciliazione

 

          Roma 26 luglio 2012 - La Chiesa di Scientology di Roma invita la comunità romana presso la proprio sede in Via della Maglianella 375. Lo fà attraverso la distribuzione gratuita di un opuscolo sui temi della tema solidarità, comprensione reciproca e riconciliazione per la Giornata Internazionale dell'Amicizia sancita dalle Nazioni Unite nel 2011 e fissata per ogni 30 di luglio.

          L’opuscolo offre tre articoli basati sugli scritti del fondatore di Scientology, il filosofo ed umanitario L. Ron Hubbard, con consigli pratici su come raggiungere la reciproca comprensione e la rinconciliazione per concretizzare gli ideali di solidarietà che animano ogni individuo di buona volontà. Già ampiamente riconosciuti e sostenuti nello stesso Credo della Chiesa di Scientology, redatto nel 1954 dal fondatore di questa nuova religione, i diritti umani codificati dall'ONU il 10 dicembre 1948 verranno insegnati ai giovani in questo fine settimana attraverso l'uso dei dispaly multimediali del Centro delle Informazioni al Pubblico della Chiesa di Scientology di Roma. Attraverso di display multimediali veranno proiettati 30 video, della durata di un minuto, uno per ciascuno dei 30 diritti sanciti nella Dichiarazione Universale, e il vido UNITED, presentato ufficialmente al palazzo dell'Assemblea Generale nel 2004.

          L'opuscolo che verrà donato ai cittadini romani è offerto nello spirito ben delineato nel primo articolo dello stesso, tratto dal saggio "La Mia Filosofia", dove L. Ron Hubbard scrive: "Mi piace aiutare gli altri e ritengo che il mio più grande piacere nella vita consista nel vedere una persona liberarsi dalle ombre che oscurano i suoi giorni." E si conclude con il messaggio di speranza dello stesso Hubbard: "Il giorno in cui potremo fidarci completamente l’uno dell’altro, vi sarà pace sulla Terra".

 

Per informazioni:

scientology.it

openhouse.scientologyroma@gmail.com

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl