La riapertura della chiesa di San Jacopo in Campo Corbolini

Sono passati esattamente 800 anni dal 3 maggio 1206, quando fu consacrata a Firenze la chiesa di San jacopo in Campo Corbolini, nell'attuale via Faenza.

05/mag/2006 03.08.00 Nicoletta Curradi Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.


Sono passati esattamente 800 anni dal 3 maggio 1206, quando fu consacrata a Firenze la chiesa di San jacopo in Campo Corbolini, nell'attuale via Faenza. L'edificio si trovava allora fuori delle mura cittadine, in una zona ricca di campi e vigneti, che però si stava popolando rapidamente. La chiesa era detta "tra le vigne", come Santa Maria Novella, mentre il nome attuale è dovuto alla vicinanza di un terreno o campo della famiglia Corbolini. La chiesa appartenne all'Ordine dei Templari dal 1256, ma dopo tragiche vicende nel 1312 passò all'Ordine Cavalleresco di San Giovanni di Gerusalemme, noto come Ordine di Malta, dove aveva sede. In San Jacopo si sono succeduti molti commendatori delle più importanti famiglie fiorentine, che hanno arricchito la chiesa di importanti opere d'arte. Fra' Giovanni de' Rossi da Pogna trasformò l'edificio da romanico a gotico nella seconda metà del '300. All'interno sono conservate due tombe trecentesche di cavalieri, un grande affresco, "Il combattimento apocalittico di San Michele Arcangelo", rara opera di gotico internazionale a Firenze, i resti di un tabernacolo polimaterico cui collaborò Filippo Brunelleschi, una lapide di marmo rinascimentale aniconica del 1453 che ricorda il committente Fra Giuliano Benini. Giovanni Pico della Mirandola abitò e scrisse il suo testamento in questa commenda, Fra Luigi Tornabuoni fu sepolto nella chiesa. I restauri sono iniziati, a cura del No-Stop Studio nel settembre 2000 e terminati nel 2002, con la collaborazione dei corsi avanzati di restauro, affresco e lapideo dell'Istituto Lorenzo dei Medici. Le opere sono state ricollocate nella chiesa grazie alla collaborazione dell'Avv. Giacomo Bei.In occasione della riapertura è stato presentato il volume di Ludovica Sebregondi "San Jacopo in Campo Corbolini a Firenze. Percorsi storici, dai Templari, all'Ordine di Malta all'era Moderna, edito da Edifir. frutto di un lavoro iniziato nel 1978 con una tesi di laurea. Gli allievi del "Lorenzo dei Medici" organizzeranno visite guidate alla chiesa.

Nicoletta Curradi


blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl