Liberiamo la Pace! Cordoglio Agnese Ginocchio alpini morti a Kabul (Afghanistan)

Allegati

06/mag/2006 05.34.46 redazione Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
 
 
 
 

Urge un cambiamento di rotta prima che sia troppo tardi. Liberiamo la Pace!

Cordoglio di Agnese Ginocchio per gli alpini morti  a Kabul in Afghanistan

 
   
 
 
 
Profondo cordoglio alle famiglie dei nostri giovani italiani Manuel Fiorito e Luca Polsinelli (nella foto sopra), morti dell'attentato a Kabul in Afghanistan 
il 5 Maggio 2006,  al secondo e nono reggimento di Cuneo e dell' Aquila.
Non se ne può proprio più udire notizie di stragi, morti e attentati a danno dei nostri connazionali e di tutte le vittime del mondo intero. Non ci sono giustificazioni. A voi politici, voi grandi  che governate il mondo chiediamo nel nome della Pace: Ritirate le truppe dalle zone a rischio, dalle zone di guerra e guerriglia, prima che sia troppo tardi. Non c'è più tempo. Ritiro delle truppe, l'Italia, il mondo sono in trappola, nel continuo pericolo che da un momento all'altro, senza che l'uomo se ne accorga, possa scoppiare una guerra atomica e in un istante distruggere la Vita e tutto quello che l'uomo ha costruito.
Il sangue di questi innocenti ricadrà come riscatto della GIUSTIZIA sul capo di chi ancora non riconosce le sue colpe, i suoi omicidi, continuando perciò a giustificare quest'ennesimo scempio e scontro d'inciviltà. Quanti uomini allora dovranno morire ancora, perchè voi capi e grandi che governate la terra, possiate accorgervi dell'enorme danno che avete provocato a causa delle vostre decisioni scellerate?
  Una bomba ad orologeria è stata innescata...Chi riuscirà a fermarla? 
Basta guerre. Basta sangue. Basta violenze! Invochiamo Pace, Dialogo, Tolleranza, Perdono, Riconciliazione,Rispetto, Nonviolenza, uniche 'Armi ' per ripristinare l'equilibrio e uniche alternative che ormai restano alla tempesta del male, che come un pericolosissimo uragano che avanza senza tregua sta travolgendo e annegando l'umanità intera nel vortice della distruzione totale. Al pericolo imminente che grava sull'umanità e sull' intero continente invochiamo incessantemente il soccorso dall' ALTO: il Sole della Speranza e della Giustizia che deve sorgere.
Urge un cambiamento di rotta prima che sia troppo tardi. Liberiamo la Pace! Liberate la Pace! Shalom!
(fonte by: Agnese Ginocchio- italian songwriter for Peace:www.agneseginocchio.it  )
 
Segue testo Canzone Agnese Ginocchio (www.agneseginocchio.it ): "LIBERATE LA PACE !"
 

     Liberate la PACE

By: Agnese Ginocchio  -cantautrice per la Pace (www.agneseginocchio.it)

                 

Musica e testo di AGNESE Ginocchio-cantautrice per la pace del 13-14 Settembre 2004 A.M. Deposito SI@E-Copyright

di:Agnese Ginocchio (cantautrice per la pace)
www.agneseginocchio.it

1)Siamo circondati come in mare, ci siamo persi/ dentro i vortici del sistema
Non c'è più scampo sulla terra fumi e fiamme si innalzano/ sopra i resti di una civiltà
Carri armati per le Strade spari a mitraglia: / Dove sono gli uominie dov'è il vero mondo?
Stragi di innocenti, Terrore e Barbarie


Questo mondo è in trappola Liberiamolo..
Questo mondo è in trappola Liberiamolo
..!
Rit:

Liberate la Pace
Liberate la Pace
Liberate la Pace

Hanno infangato il mondo di violenza
Hanno troncato le Ali alla Speranza

2) L'escalation del terrore sale come un fiume /che straripa in piena tempesta
Vita e mondo sono dispersi tra esplosioni e resti../Dovè la Storia di una civiltà?
Liberate presto liberate la Pace
Urge un cambiamento/la Rinascita del mondo!
contro le torture, i sequestri, le tirannie


Questo mondo è in trappola Liberiamolo..
Questo mondo è in trappola Liberiamolo
..!
Rit:

Liberate la Pace
Liberate la Pace
Liberate la Pace

Hanno infangato il mondo di violenza
Hanno troncato le Ali alla Speranza

(Finale)

Vola Colomba e Libera la Pace / con l'Arcobaleno 
e porta al mondo PACE!

 

Notizie dal web sui giovani connazionali militari morti dell'attentato a Kabul in Afghanistan
Esteri: Gli alpini morti a Kabul in Afghanistan il giorno 5 Maggio 2006.
Erano da poco in zona operazioni.

Il Secondo Reggimento Alpini era giunto in Afghanistan solo da pochi giorni, come parte del contingente Italfor, impegnato nella missione di pace Isaf.

Manuel Fiorito, 27 anni di Verona apparteneva al Secondo Reggimento Alpini di Cuneo. Era laureato da poco, unico figlio maschio e aveva due sorelle. Anche il padre di Manuel ha fatto la carriera militare, dove ha raggiunto il grado di maresciallo. Il giovane figliolo, prima che in Afghanistan, aveva prestato sevizo in Kosovo. I condomini di Via Zorzi, dove abita la famiglia Fiorito, ricordano Manuel come "un bravo ragazzo". La notizia della tragica morte dell'ufficiale è stata portata ai familiari dal generale medico Parisi.
Luca Polsinelli, 29 anni, era maresciallo ordinario originario di Sora, in provincia di Frosinone, aggregato al nono reggimento Alpini dell'Aquila. Era alla sua terza missione all'estero. Era stato anche in Bosnia ed in Jugoslavia. Secondo la testimonianza di un vicino di casa era "un giovane pieno di bontà e che era molto attaccato alla divisa che indossava". Luca Polsinelli era arrivato a Kabul da meno di dieci giorni. Il sindaco di Sora ha già chiamato l'unità di crisi per dare la sua disponibilità e ha preannunciato il lutto cittadino per il giorno dei funerali. Lascia il papà Emilio, la mamma Teresa Greco e un fratello.

      
 
 
 
 
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl