Scaramouche/ mercoledì 10 maggio, in concerto c/o "La casa 139" di Milano

Scaramouche/ mercoledì 10 maggio, in concerto c/o "La casa 139" di Milano

09/mag/2006 04.50.27 Daniele Mignardi promopressagency Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

“SCARAMOUCHE” A "LA CASA 139” DI  MILANO

 

ECCO A VOI IL TEATRO DELLE CONTAMINAZIONI

 

A “La Casa 139” di Milano al via la seconda data

del tour di presentazione del primo album della band di “folk’n roll”

 

 

Mercoledì 10 maggio, presso "La Casa 139" di Milano, gli “Scaramouche” partiranno per un lungo tour nazionale (dopo Firenze, l' altra prossima data sarà quella dell' 24 maggio al “Jailbreak” di Roma).

“Scaramouche” è un disco di “folk’n roll”della capacità di spaziare tra generi e suoni.

 

11 tracce dove la realtà è filtrata, analizzata, dileggiata attraverso una galleria di personaggi (il presidente, il netturbino, l’attore, il fobico, il cantautore) e la vita è rappresentata attraverso i loro occhi; maschere che gli “Scaramouche” “indossano” come nella Commedia dell’Arte, che vivono come su un palcoscenico, che rappresentano i “luoghi comuni” e gli “status”, i “tic” dei nostri tempi.

E la musica non poteva prendere spunto che dalla tradizione popolare, dal folk: il disco si chiude proprio con un omaggio al genere, una vera chicca, “Tarantella del Gargano”, l’unico pezzo in cui la band abbandona l’italiano in favore del pugliese.

 

L’occasione è data dalla presentazione dell’album d’esordio che uscirà la prossima settimana, venerdi 12 maggio, su etichetta EMI Music.

della capacità di spaziare tra generi e suoni

Scaramouche”, band di “fiorentini importati, con radici del Sud”, prodotta da Gian Luigi Cavallo “Cabo” (cantante dei Litfiba) e Carlo Barducci (proprietario dei mitici studi “Parsifal” di Firenze) è nata qualche anno fa attorno al cantante ed autore Michele Lombardi, leccese trapiantato a Firenze, insieme agli altri della band (Michele Mingrone, chitarra; Alfredo D’Onofrio, basso; Riccardo Brizzi, percussioni; Pino Fidanza, batteria).

La band ha mosso i primi passi nei locali della Toscana con crescente interesse da parte del pubblico. L’incontro con “Cabo” e Carlo Barducci ha fatto il resto: sempre di più situazioni “live” ed un contratto discografico con la EMI MUSIC.

 

L’album è stato registrato a Firenze, negli studi Parsifal, con il contributo di 3 batteristi: Ugo Nativi (dei Malfunk), Gianmarco Colzi (dei Litfiba) e, naturalmente, Pino Fidanza, entrato da poco negli “Scaramouche”.

 

Info:  02 45488267

 

 

Ufficio stampa e comunicazione SCARAMOUCHE:

Daniele Mignardi promopressagency

Via G.Nicotera, 29  00195  Roma (Italy)

Tel/fax 06 32651758 r.a.

info@danielemignardi.it

on web: www.danielemignardi.it

 

 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl