DESTRA PER L'ITALIA: (comunicato stampa) ripristinare l'assistenza alle Forze dell'Ordine

dell Ordine sono quotidianamente lasciati ad esercitare la loro

Allegati

23/mag/2006 07.23.42 Destra per l'Italia Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Spett.le Redazione

Inviamo l’allegato comunicato con cortese preghiera di pubblicazione.

Ringraziamo anticipatamente per il rilievo che vorrete attribuire ad esso.

Distinti saluti

 

Fabrizio Taranto

Presidente Nazionale

Destra per l’Italia – Patria e Tradizione

 

www.destraperlitalia.it

www.patriaetradizione.it

 

info@patriaetradizione.it

fabrizio.taranto@argonetica.com

 

rif. 335\287104

 

 

 

DESTRA PER L’ITALIA – PATRIA E TRADIZIONE

www.destraperlitalia.itwww.patriaetradizione.it

 

 

 

23 maggio 2006

 

COMUNICATO STAMPA

 

 

DESTRA PER L’ITALIA

CHIEDE IL RIPRISTINO DEI BENEFICI DI ASSISTENZA

A FAVORE DELLE FORZE DELL’ORDINE

 

 

“Destra per l’Italia – Patria e Tradizione” esprime – per il tramite del Presidente Nazionale Fabrizio Taranto - il proprio pieno appoggio alla richiesta di ripristinare i benefici assistenziali a favore delle Forze dell’Ordine sollevata in questi giorni dal “Coisp” - Coordinamento per l’Indipendenza Sindacale delle Forze di Polizia.

 

L’ultima legge Finanziaria (art.1 – comma 219 – 220 - 221) infatti ha disposto la soppressione della normativa che impegnava lo Stato a corrispondere le spese di cura, di ricovero e per eventuali protesi, ai propri dipendenti che avessero patito l’infermità per cause di servizio o dipendenti da esso.

 

“Questo provvedimento colpisce ingiustamente Agenti di Polizia, Carabinieri, Agenti della Polizia Penitenziaria, della Forestale, della Guardia di Finanza – ha affermato Fabrizio Taranto - e aggrava ulteriormente le condizioni generali, già peraltro gravemente precarie, nelle quali gli operatori delle Forze dell’Ordine sono quotidianamente lasciati ad esercitare la loro imprescindibile funzione. A tutto questo si aggiunge lo sconcerto per una misura che non può trovare giustificazione alcuna in esigenze di bilancio dello Stato: si “risparmi” su altro, non certo sulla sicurezza dei cittadini e sulle garanzie minime che un Paese civile ha l’obbligo di riservare a quanti mettono a repentaglio la propria vita per garantire l’ordine e la serenità sociale!”

 

“Destra per l’Italia – ha concluso il Presidente Nazionale – non si limita ad esprimere la propria solidarietà, ma mobiliterà nelle prossime settimane la propria struttura sul territorio per sensibilizzare in proposito gli Italiani e chiedere a gran voce al Parlamento di porre fine a quella che, ove gli appelli di tutti dovessero cadere nel vuoto, si trasformerebbe da deprecabile disattenzione in una palese ingiustizia”.   

 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl