"In ascolto", il film di esordio di Giacomo Martelli.

28/apr/2006 11.08.00 Nicoletta Curradi Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
In uno sperduto, enorme avamposto tecnologico americano su suolo inglese la Wendell-Cranshaw Technologies, azienda privata statunitense, abusa del sistema di intercettazione globale delle telecomunicazioni battezzato Echelon, sviluppato dalla NSA, Agenzia per la Sicurezza Nazionale. A Roma, Francesca Savelli, ingiustamente sospettata di spionaggio industriale, viene rapita ed interrogata da emissari della Wendell.Cranshaw. Wagley, anziano ufficiale della NSA, tradito dal suo amico e superiore Phil Kovacs, decide di tradirlo a sua volta, fuggendo in Italia, sulle Alpi, a 3700 metri di altitudine, per salvare la ragazza...
Questa, a grandi linee, la trama del film di esordio del giovane regista e produttore Giacomo Martelli, in uscita oggi, 28 aprile, nelle sale cinematografiche italiane, presentato in anteprima alla stampa fiorentina al cinema Astra II. Il film narra del conflitto a lunga distanza tra una stazione di ascolto clandestina allestita in un rifugio sulle Alpi e la più grande stazione di ascolto del mondo, riproponendo un tema molto scottante di cui si è iniziato a parlare solo dagli anni Novanta in poi. Il film ha richiesto un lavoro di preparazione e ricerca durato 4 anni. La troupe ed il cast sono stati variamente assortiti, composti da veterani e da esordienti di tutte le età. Il nome di maggior spicco è senza dubbio quello dell'attrice Maya Sansa, ma vi sono anche Michael Parks, che ha lavorato anche con James Dean ed in molti films celebri (Kill Bill 1 e 2, Dal tramonto all'alba...), Andrea Tidona, che ha recitato in molte fiction e serie di successo come Il Maresciallo Rocca, La Piovra e Il Commissario Montalbano. La lavorazione del film è stata spesso difficile, soprattutto per le condizioni climatiche del rifugio alpino, posto a 3700 metri di altezza, con temperature che hanno toccato i -15°. Altri luoghi dei ciak sono stati Roma, l'isola d'Elba e Menwith Hill in Inghilterra. La storia si sviluppa soprattutto attraverso i dialoghi, nonostante il film abbia le sembianze di una pellicola d'azione. Le intercettazioni e dell'invasione della privacy da parte delle nuove tecnologie, le ingerenze del potere finanziario privato nelle questioni della sicurezza degli stati sono i temi fondamentali della pellicola.

Nicoletta Curradi

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl