ATTENTI AGLI INTERESSI ANNUI PER GLI IMPORTI SCADUTI NON PAGATI: la storia del cinghialotto fesso.

I bambini cominciano presto a giocare col cellulare di mamma e papà che orgogliosamente li forniscono del primo "cel" intorno agli undici anni (in media) e si preoccupano di ricaricare loro il credito a scadenze fisse.I cresciutelli invece, usano incassare i dieci euro settimanali per le "varie&eventuali" e ricaricare la macchinina dei sogni autonomamente.

14/mag/2006 19.37.00 http://digilander.libero.it/kunt_a_kinte/ Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
Articolo consultabile gratuitamente sul magazine satirico di comunicazione televisiva http://digilander.libero.it/kunt_a_kinte/ 
(Gli articoli vengono conservati nell'archivio raggiungibile dalla index)
 
 
Altro interessante filone spottistico per bambinoni cresciuti: loghi, suonerie e boiate varie per il tuo cel.
I primi rapporti cominciano in età scolare… stiamo parlando dei telefonini ovviamente. I bambini cominciano presto a giocare col cellulare di mamma e papà che orgogliosamente li forniscono del primo “cel” intorno agli undici anni (in media) e si preoccupano di ricaricare loro il credito a scadenze fisse.
I cresciutelli invece, usano incassare i dieci euro settimanali per le “varie&eventuali” e ricaricare la macchinina dei sogni autonomamente. Che favola meravigliosa. Il ragazzino è grande, autonomo e fiero. E’ anche figo perché si è scaricato una suoneria che lo chiama per nome e rutta: è stato facile, la pubblicizzano in tv e basta mandare un sms. Solo che poi, ogni settimana gli arrivano fastidiose pubblicità via sms che lo avvertono delle ulteriori suonerie che può scaricare. Le cancella senza pensarci troppo, intanto la suoneria con rutti e bestemmie è fichissima e non ha bisogno di scaricarne altre.
 Improvvisamente la scheda è sempre vuota… eppure il ragazzo si era ripromesso di limitare i messaggini e di utilizzare il vecchio trucco dello squillo per farsi richiamare… “bzzzz… non sento…bzzz… richiam…bzzz… tu”.
Il nostro eroe è una volpe, consapevole della propria furbizia e non si perde d’animo. Siccome lui non lavora (ovviamente) ma si sfizia come se fosse Agnelli coi dindini di quei fessi di genitori che si ritrova, decide che non riuscendo a usare la sua scheda telefonica che ultimamente beve come una Merchedes, invece di chiedersi il perché, la butta via e ne compra un’altra, ovviamente con gestore diverso.
Lui è un dritto oltre che figo: peccato per la suoneria, vorrà dire che la riscaricherà sulla nuova scheda…
Il povero cinghialotto non si è accorto che tutte quelle robe fighe che si vedono pubblicizzate in tv non sono altro che ABBONAMENTI. Ogni settimana il tuo credito viene scalato (in media di circa 3 euro) e lo sapresti se avessi letto le minuscole avvertenze in sovraimpressione quasi trasparente che appaiono per circa due millesimi di secondo, durante lo spot.
Caro cinghialotto, devi sapere che buttando via la scheda il problema non solo resta ma SI MOLTIPLICA e tanto per dirla nel tuo linguaggio da ragazzo figo con la polifonica che bestemmia…”mo sssso’ cazzi!”.
Se provate a fare un giro sui siti dei più famosi gestori di “servizi per il tuo cel”, vi accorgerete che i prezzi sono più o meno simili, le condizioni pure e spulciando tra le avvertenze, spuntano delle interessantissime voci che nessuno legge perché espresse attraverso un linguaggio piuttosto tecnico e soprattutto, alla fine di un paginone che non finisce mai. Io sono stata una mezz’oretta a leggere tutto e vi riporto le parti più interessanti…

 Dal sito di
Jamba

Dalla sezione Privacy:

Ai sensi della Direttiva dell'Unione Europea in materia di Dati Personali e del Decreto Legislativo del 30 giugno 2003 n. 196, la Società raccoglie dato personali che saranno inseriti in un data base con lo scopo unico di fornire servizi commerciali inerenti ai nostri attuali Servizi. Con la sottoscrizione del presente accordo acconsenti che la SOCIETÀ raccolga e tratti "informazioni personali" (per es. informazioni che potrebbero essere utilizzate per contattarti, quali il nome, l'indirizzo postale, il numero di telefono o l'indirizzo di posta elettronica), "informazioni finanziarie" (per es. numeri di carta di credito, dati di conto corrente o passwords) o "informazioni demografiche e di consumo" (per es. informazioni che ci fornisci, o che raccogliamo, che non sono né informazioni personali né finanziarie ma necessarie per l'adeguato funzionamento e la fatturazione del nostro servizio, quali la data di inizio e fine del rapporto e la proroga dell'utilizzo del servizio), salvo il resto di questo paragrafo al fine di gestire questo sito. Acconsenti che la Società utilizzi i tuoi dati personali per fornirti informazioni relative ai nostri attuali prodotti e Servizio. Potrai rinunciare a ricevere dette informazioni inviando una e-mail a info@jamba.it.

…

Le informazioni personali raccolte dalla SOCIETÀ possono essere conservate e trattate in Germania o in qualsiasi altro paese in cui la SOCIETÀ o i propri agenti abbiano delle strutture.

…

Utilizzando il Servizio, dai il consenso a qualsiasi trasferimento di informazioni al di fuori del tuo paese.
Le tue informazioni personali, finanziarie e demografiche verranno cancellate non più tardi di sei mesi dopo l'ultimo utilizzo del servizio o dalla conclusione del tuo abbonamento al servizio gratuito regolare di informazioni via SMS. La SOCIETÀ può conservare le tue informazioni oltre questa data se ciò sia richiesto dalla legge o espressamente previsto dal contratto.

…

Ma soprattutto:
Possiamo trasmettere le tue informazioni personali alla compagnia telefonica che ti fornisce il servizio di telefonia mobile per garantirci la riscossione delle tariffe dovute.


Lo sapevate che i vostri dati gironzolavano liberamente per l’Europa? Strano… scaricando le loro suonerie li avete autorizzati voi…
Ma non è tutto…

Dalla sezione SPESE

c) Pagamenti tardivi. Qualsiasi importo scaduto non pagato farà maturare un interesse annuo del quattro per cento (4%) o il più alto tasso di interesse concesso per il credito al consumo, decorrente dalla prima richiesta di adempimento di qualsiasi fruizione dovuta.


Il cinghialone pensava che lasciando scadere la propria carta telefonica sarebbe finito tutto lì… invece, cari amici dei loghi e delle suonerie, i temibili signori dell’attrezzistica “per il tuo cel” vi beccano attraverso il vostro gestore e vengono a reclamarvi i dindini che dovete loro (giustamente direi). I genitori che comprano il cellulare al bimbo adolescente, farebbero bene a leggersi per intero le papagne alle quali accennavo e che vi ho riassunto nei punti che mi sembravano più importanti. Vi assicuro che c’è molto di più.

Il riferimento all’adolescente nell’esempio non è casuale: una leggenda popolare vuole che il ragazzino che gioca a scaricare i costosi orpelli da cellulare, possa liberarsi da qualunque obbligo nei confronti dell’azienda erogatrice mediante la semplice sostituzione della scheda telefonica.

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl