=?iso-8859-1?Q?Agnese Ginocchio testimonial per la Pace e la Legalit=E0 i?= =?iso-8859-1?Q?n Calabria?=

Agnese Ginocchio testimonial per la Pace e la Legalit=E0 i?= =?

18/mag/2006 09.26.00 redazione Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
 
Agnese Ginocchio testimonial per la Pace e la Legalità in Calabria
 
Agnese Ginocchio cantautrice di Pace www.agneseginocchio.it
 
La cantautrice ambasciatrice di Pace  ha incontrato gli allievi dell' Istituto Ipsia Aletti di Trebisacce(CS)
 
Caserta: Agnese Ginocchio (nella foto: www.agneseginocchio.it ) soprannominata la Joan Baez italiana, cantautrice che diffonde mediante le sue canzoni di impegno per la Pace un messaggio diretto soprattutto ai giovani di educazione alla Pace, Nonviolenza e Legalità, è stata Testimonial di Pace nuovamente in Calabria  lo scorso13  Maggio per incontrare gli allievi dell' Istituto di 2° grado: IPSIA "E. Aletti" di Trebisacce (Cosenza) diretto dal dirigente scolastico Vincenzo Petrelli, nell'ambito di una manifestazione sulla Pace e la Legalità dal titolo: " I Giovani  incontrano le Istituzioni". L'importante manifestazione che si è tenuta nell'aula Magna dell'Istituto, ha avuto la presenza di figure  istituzionali di spicco nel panorama  locale e nazionale, fra cui: l'On Antonio Mundo e l' Avv. Monica Manera, Sindaco e vice Sindaco di Trebisaccee, S.E. Mons. Domenico Graziani, Vescovo di Cassano allo Jonio;  i Presidi delle scuole di Trebisacce e delle città limitrofe; il dott. Sergio Caliò, Giudice del tribunale di Castrovillari,  il Dott. D' Andrea Federico, colonnello della Finanza di Bergamo; il tenente della  guardia di finanza della Brigata di Trebisacce; l' Ispettore dello stato, il tenente e il Maresciallo dei carabinienie tanti altri. Il progetto per la Legalità è stato reso possibile grazie alla forte convinzione e alla sensibilità di Vincenzo Petrelli, dirigente dell'Istituto, autorevole figura, attenta e rigorosa. "L' esempio attraverso cui passa il messaggio della legalità, che significa rispetto per la legge e per il prossimo -ha dichiarato proprio Petrelli  nel salutare i convenuti alla manifestazione- bisogna darlo per primi attraverso la coerenza e le azioni, è in questa maniera che poi si riesce ad essere credibili e a trasmetterlo poi ai docenti e agli allievi". Al progetto Legalità, sono stati coinvolti gli alunni dell' istituto in particolare quelli delle classi 2 e 4 che studiano la disciplina del Diritto. Gli stessi allievi seguiti dalla docente di Diritto Maria Teresa Rugiano, hanno svolto quanto segue:  partecipato ad uscite didattiche presso il tribunale di Castrovillari assistendo ad alcune udienze, sono stati all' università di Cosenza per incontrare il prof. Annibale Marini, Presidente della Corte Costituzionale che ha parlato loro di Diritti Umani. Hanno inoltre visitato il commissariato di polizia di Rossano Calabro incontrando i RIS, sono stati ricevuti dal Sindaco ed amministrazione del Comune di Trebisacce e sono in attesa di visitare la casa circondariale di Castrovillari. Durante la manifestazione gli allievi della scuola hanno presentato i loro lavori attraverso un filmato realizzato proprio durante queste uscite. Altri allievi dell'istituto hanno inoltre letto  poesie sul tema della Pace e della Legalità e presentato degli elaborati grafici che sono stati esposti durante la manifestazione. Principali promotori del progetto Legalità e Pace, nonchè della Manifestazione sono stati i docenti: prof.ssa Maria Carmine Crea, la stessa che insieme agli allievi delle classi 2 e 4, ha permesso la presenza della Testimonial e cantautrice di Pace  Agnese Ginocchio, poi Emilia Lubiati ed Elirosa Gatto. Altri docenti coinvolti nel progetto: Maria Teresa Rugiano, Mirella Franco, Tina Biscardi, Anna Munno e Franco Pippo. Molti gli interventi su cosa significa e come  si costruiscono percorsi di legalità, da parte delle autorità e  istituzioni presenti, fra le quali quella del colonnello D' Andrea e di un ex detenuto del carcere che ha spiegato come  in un ambiente non facile come quello del carcere, sia riuscito a ripristinare in se il senso della sobrietà, del dovere, a ritrovare il proprio equilibrio e  il rispetto per la legge.
Ad apprezzare ed esaltare l'intervento e l'impegno della cantautrice Agnese Ginocchio l'intero comprensorio scolastico a partire dal dirigente scolastico Petrella e la docente Maria Carmen Crea, poi le istituzioni presenti, in particolare il colonnello D' Andrea, che ha ringraziato più volte la cantante. La  casertana Baez della Pace ha voluto così rendere omaggio alla guardia di finanza e alle istituzioni presenti (carabinieri, polizia), presentando la canzone scritta all' Eroe della Patria  Antonio Sottile finanziere scelto, Medaglia d'oro al valor civile e conterraneo della cantante di Caserta originaria della zona matesina (Alife) e ricordare inoltre tutti gli Eroi della patria alpini e carabinieri caduti a Kabul e Nassiriya. Alle parole di Agnese è seguito un forte applauso e tutti in segno di rispetto si sono alzati in piedi.
 
 
( fonte: Comunicato stampa da segreteria di redazione 18 Maggio 2006 . Pubblicato sulle testate cartacee della provincia )
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl