MERC. 24/5 :: Jazz al Sio :: "Reunion Quartet" (Michele Bozza, Mario Rusca, Lucio Terzano e Tony Arco)

22/mag/2006 10.39.00 Sio Café Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

:::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::

:::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::

 

 

 

 

 

Mercoledì 24 maggio, dalle 21.30

"Reunion Quartet"

Michele Bozza – sassofono (foto)

Mario Rusca - pianoforte

Lucio Terzano - contrabbasso

Tony Arco - batteria

 


Michele Bozza

Michele Bozza matura le sue primissimeesperienze musicali sotto il vivificante influsso della musica bandistica dipaese: ancora adolescente suona il clarinetto nella celebre banda di Affori dove matura, continuando poi l' esperienza pressola banda dell'esercito, quel tipo di sensibilità che ancora oggi costituisce unaspetto importante della sua variegata personalità artistica. E' in questi anni(siamo all'inizio degli anni '70) che avviene la "folgorazione " per il Jazz: l'occasionale ascolto su disco delle grandiorchestre del periodo dello "Swing" (Glenn Miller, Count Basie, DukeEllington) scatena un coinvolgimento che non verrà mai più meno. La vera epropria formazione musicale avviene nella scuola del mitico locale milanese il"Capolinea": anni ed anni di intensafrequentazione del locale di Giorgio Vanni sono per Michele l'occasione perstabilire intense relazioni umane e professionali con molti dei grandi artistiche animavano le "notti jazzistiche" della Milano di quegli anni (dacitare in particolare i grandi e mai dimenticati Larry Nocella, Massimo Urbanie Giampiero Prina). Sempre di questi anni giovanili sono numerose esperienze inaltri ambiti musicali che arricchiscono notevolmente il suo bagaglio artistico:collaborazioni con Enzo Jannacci e Johnny Dorelli, col bluesman Cooper Terry econ famosi gruppi latino-americani. Nel 1990 fa anche parte per una stagionedella compagnia teatrale Franco Parenti come musicista-attore presso il SalonePierlombardo. Dagli anni '80 in poi i suoi interessi si focalizzeranno quasiesclusivamente sul Jazz. Per due anni ('83 e '84) faparte della "Duke Elligton Repertory Orchestra" di Bagnoli - Palumbo,con la quale partecipa alle più importanti rassegne delJazz italiano (Clusone, Como, Bari, Torino, Acireale…..). Lunghissimo(dal '81 all '88) il sodalizio artistico col trombettista milanese Claudio Bolli (suggellato nel 1985 con la prima realizzazionediscografica: "Zallizbo" per la etichetta Bull Records). Negli stessianni Bozza fa parte della BIG BAND del CAPOLINEA diretta da Attilio Donadio edel quartetto del pianista Piero Bassini, col quale registra l'album "InThe Shadow" nel 1985 e l'album "Into The Blue" nel 1988,entrambi per la etichetta Red Records. (con il gruppodi Bassini partecipa anche al festival di "Umbria Jazz").Particolarmente intenso il rapporto professionale col batterista GiampieroPrina: anni di notevole attività nei principali festival jazz e club culminano nella realizzazione del disco "NightEyes" (1990 - Red Records). Numerosissime poi le collaborazioni conmusicisti italiani ed internazionali di fama mondiale: citiamo, a titolo di esempio, i nomi di Marco Vaggi, Antonio Faraò, GianniCazzola, Luigi Bonafede, Flavio Boltro, Tommy Campbell, Billy Cobham…. Atestimonianza di una raggiunta consapevolezza e maturità artistica abbiamo nel '97 la pubblicazione dell'album"Around" (Red Records) in cui ha come collaboratore principale FrancoAmbrosetti. Dal '95 è docente di tecnica dell'improvvisazione jazzistica e disassofono ai Corsi Popolari Serali di Musica (CPSM) presso il Conservatorio G.Verdi di Milano; frequentemente è invitato a seminari e tavole rotonde sullamusica afro-americana (vedi ad es. "Musica Jazz - n° 4" '95). Attualmenteè impegnato nella creazione del suo nuovo progetto attraverso il quale intenderecuperare, la tradizione jazzistica dei grandi padri dell'Hard Bop.

 

Mario Rusca
Nato aTorino, Mario Rusca vive a Milano, dove divide la sua attività tra concerti jazze insegnamento alla « Scuola Professionale di Musica Moderna » di Lugano. Ha collaborato con tantissimi"grandi" del jazz che hanno visitatol'Italia, tra i quali possiamo nominare Gerry Mulligan, Chet Baker, Stan Getz,Lou Donaldson e Lee Konitz.  Mario èanche arrangiatore e nel 1997 la sua big band ha ospitato Jerry Bergonzi, HalCrook e tanti altri.  Nel 1999 si èesibito in Piazza della Riforma in veste di pianista solista con l'Orchestradella Svizzera Italiana in occasione della presentazione durante Estival Jazzdelle suite scritte da Duke Ellington. Le sue ultime incisioni sono state conTony Scott, Enrico Rava e Lee Konitz. Blues to Bop è  onorato di poterpresentare questo raffinatissimo artista, che allargherà notevolmente lesfumature percepite da un gruppo di tastieristi, sebbene molto diversi unodall'altro.  


 
--------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------


Programma jazz di Maggio, tutti a Ingresso Libero

 

Mercoledì 31 maggio, dalle 21.30

"Jazz from Canada - Ron SeguinQuartet"

Ron Seguin - contrabbasso

Giulio Visibelli - sassofono

Antonio Zambrini - pianoforte

Tony Arco - batteria

(Per tutte le info rivolgersi a Mario 3482508201 - 0266118087)

 

-----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

 

via P. e A. Pirelli 6

Per tutte le infomazioni: info@siocafe.com

Mario 3482508201 - Tel0266118087

 

l trattamentodei suoi dati viene svolto all'interno del nostro Ufficio, nel rispetto dellalegge 675/96. Le nostre informazioni (comunicati stampa,informative,rettifiche, ecc.) le vengono inviate per la sua attività giornalistica,nell'ambito dei media, e non sono da considerarsi oggetto di"spamming". In qualsiasi momento, potrà chiedere la modifica deipropri dati o, addirittura, la cancellazione scrivendo all'indirizzo sopraindicato, se non ritenesse di sua pertinenza le nostrecomunicazioni.

 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl