=?iso-8859-1?Q?Vin=F2forum 2006?=

23/mag/2006 22.02.00 ufficio stampa Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

 

 

 

 

Comunicato stampa

 

Vinòforum 2006:

il vino italiano tra storia, cultura e tradizione

 

Un viaggio eno-gastronomico nell’Italia dei molteplici sapori con percorsi che percorrono le più importanti strade del vino, ne illustrano le culture, la storia e le tradizioni

 

 

Aromatico ed inebriante, il vino è da sempre uno dei simboli della cultura e del gusto  italiano nel mondo oltre ad essere un elemento socioculturale, aggregante e di convivialità.

Vinòforum 2006, giunto alla sua terza edizione, rappresenta un importante evento divulgativo per la conoscenza del vino di qualità e Roma diventa la sede ideale, ospitando i massimi esponenti della nostra viticoltura, tanto apprezzata in Italia e in Europa, in una manifestazione che coinvolge cittadini italiani e turisti di ogni età.

 

Dal 26 maggio al 10 giugno 2006, la terza edizione di Vinòforum si terrà a Piazzale Clodio a Roma, con la partecipazione di oltre 170 aziende vinicole provenienti da tutto il territorio nazionale, in rappresentanza ognuna della cultura e tradizione della propria regione con la presenza di più di 500 etichette, molte di grande valore e prestigio.

Per favorire un percorso eno-gastronomico più omogeneo e coerente, l’evento sarà diviso in due parti: dal 26 maggio al 2 Giugno saranno protagonisti i produttori del Nord Italia mentre dal 3 al 10 Giugno quelli del Centro-Sud.

 

Vinòforum 2006 è una manifestazione ricca al suo interno di spettacoli e momenti culturali molto seguiti e diretti a tutti, ma anche un canale comunicativo diretto tra le aziende ed il consumatore che dà ad entrambi l’opportunità di degustare assieme il vino. A questo proposito, come nelle precedenti edizioni, verranno istituiti mini-corsi di degustazione gratuiti per tutti i partecipanti all’evento, corsi di cucina, diretti dallo chef Fabio Baldassarre.

Faranno da piacevole cornice alcuni chef tra i più noti e stimati della capitale con cene a tema,come Moreno Cedroni, Agata e Romeo, Salvatore Tassa,e molti altri con  menù prestabiliti con abbinamento cibo-vino e un calendario ricco di appuntamenti musicali, festosi e culturali.

 

Vinoforum 2006 apre le porte alla stagione estiva nel cuore della capitale, con spazi raccolti ed un’atmosfera piacevole e rilassata. Accolti da una curata reception, il visitatore potrà passeggiare seguendo un percorso studiato e, allo stesso tempo, sarà libero muoversi in libertà sotto cupole bianche e fresche per visitare le prestigiose aziende pronte a raccontare i sapori e l’arte del vino e del territorio che lo produce, fatto di colline, castelli e antichi manieri. Il tutto in più di 3000 mq di strutture sotto il cielo di Roma.

 

Il villaggio sarà snodo e punto d’incontro delle culture del vino nel nostro Paese: saranno presenti aziende dell’intero territorio nazionale e rappresentanti della cultura e tradizione della zona di provenienza. Per arricchire la filosofia dell’evento Il già folto calendario di appuntamenti, vedrà anche incontri di confronto eno-gastronomico tra  le specialità culinarie e i prodotti vinicoli del nostro paese e quelle di altri paesi d’Europa e del Mondo, il tutto per dare risalto alle specifiche qualità del “made in Italy”.

 

La manifestazione, alla quale lo scorso anno hanno partecipato oltre 14.000 visitatori, è sicuramente il segnale di quanto sia importante, a livello economico, il mondo dell’enologia nell’economia italiana: si tratta infatti di uno di quei settori trainanti e di alto livello nei quali l’Italia si distingue come uno, se non il principale,  degli assoluti protagonisti a livello mondiale.

 

 

 

A confermarlo sono le cifre: il comparto del vino in Italia, vale oltre 9 miliardi di euro di cui 3 derivanti dall’export, ad essi si vanno aggiungere circa 2 miliardi di euro relativi alle tecnologie da cantina, di cui il nostro paese è leader nel mondo.

Da alcuni esponenti presenti alla manifestazione sono emersi dati importanti: primo fra tutti che l’export dopo un periodo di fatica ha ricominciato a crescere; un altro dato significativo è l’aumento a tre cifre, se pur in piccole quantità, registrato nelle esportazioni verso la Cina.

 

Uno tra i principali obiettivi di Vinòforum 2006, per onorare l’ospitalità della città di Roma, è quello di promuovere, attraverso la partecipazione dell’ARSIAL (Agenzia Regionale per lo Sviluppo e l’Innovazione dell’Agricoltura del Lazio) la qualità dell’enogastronomia tipica del Lazio, tutelarne la diversità biologica, la sicurezza alimentare e la conservazione della tradizione del territorio regionale. Questo sarà possibile attraverso eventi e degustazioni, finalizzati alla promozione dei prodotti delle 5 province laziali, all’interno dei quali vedremo l’alternarsi di alcuni tra i principali chef di ogni singola provincia della regione.

 

La manifestazione è un grande evento non solo per gli appassionati ed intenditori, ma anche per i neofiti del mondo del vino, che potranno così approfondire le proprie conoscenze partecipando alle presentazioni delle aziende e ai corsi di degustazione organizzati in collaborazioni con importanti sommelier e personaggi del mondo enologico.

 

La cortesia e la competenza dei produttori presenti, ci accompagneranno in un viaggio gastronomico attraverso salumi artigianali, formaggi tipici, paste artigianali, alimenti tradizionali ed ancora olii biologici, grappe, passiti e tantissimi altri gioielli della nostra tavola.

La ricerca accurata degli esperti di Vinòforum, mira ad individuare sapori autentici ed inalterati dal tempo, migliori abbinamenti fra vini, formaggi e salumi, legati alla tradizione ed alla genuinità degli ingredienti .

Tutto ciò permetterà ai visitatori di gustare abbinamenti e sapori esclusivi, se non addirittura unici.

E anche quest’anno non mancherà “L’angolo del toscano”: a seguito delgrande interesse mostrato dai numerosi visitatori nelle precedenti edizioni della manifestazione e con l’intento di contribuire alla valorizzazione del Sigaro Toscano, Vinòforum 2006 ha creduto opportuno creare un’area stabile in cui poterne degustare le diverse qualità e conoscere la storia, la nascita e la tradizione del più famoso sigaro nostrano. Proprio per questo si alterneranno ogni giorno degustazioni a tema tra sigari ed enogastronomia.

 

L’appuntamento per tutti gli appassionati del vino, e anche per chi ha semplicemente voglia di passare una serata in piacevole compagnia, è a Vinòforum 2006, dal 26 maggio al 10 giugno 2006 a Piazzale Clodio a ROMA.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl