il Balletto del Cremlino danza cenerentola a E'grandEstatE 2003

scene Viktor e Rafail Volskij

Allegati

11/lug/2003 23.13.40 Utente Non Registrato Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
 

 

E'grandeballetto

Cenerentola

Balletto del Cremlino

direttore artistico Andrej Petrov

musica di Sergej Prokofiev

coreografia Vladimir Vasiliev

scene Viktor e Rafail Volskij

costumi Nina Ricci

 

Parma, Piazzale della Pilotta,

lunedì 14 luglio 2003 ore 21.30

 

       

       

        Cenerentola, la più famosa fiaba al mondo, ha molti padri. Il più antico è un anonimo cinese del IX sec. a.C.; l'idea che Cenerentola diventi regina, a condizione che il suo piedino riesca a calzare la scarpetta perduta fuggendo dalla festa, è infatti un'idea propria della cultura cinese che ancor oggi dà un grande risalto alle piccole dimensioni del piede femminile, come valore di classe e di sensualità. La fatale scarpetta è sempre stata di pelliccia e se noi tutti la ricordiamo di vetro, ciò è dovuto ad un errore. Il grande Perrault, uno dei padri più famosi di Cenerentola, avendo udito la storia, confuse la parola “vair” (che in francese vuol dire “pelliccia variegata” con la parola “verre” (che invece vuol dire vetro). L'errore di Perrault è stato assimilato da Walt Disney, che con il suo celeberrimo film, ha contribuito a diffondere questa versione della fiaba in tutto il mondo. Dalla Cina antica a Walt Disney passando per Perrault e per i fratelli Grimm, Cenerentola diventa fiaba danzata sulle punte dai grandi solisti russi del Balletto del Cremlino, sulla musica di Sergej Prokofiev e con le coreografie di Vladimir Vasiliev, che la interpreteranno lunedì 14 luglio alle ore 21.30 sul palcoscenico di E’grandEstate, la rassegna di musica danza e teatro della Fondazione Teatro Regio di Parma, realizzata con il sostegno di Esselunga.

        Il teatro Balletto del Cremlino, cha sede nel Palazzo del Cremlino (ex Palazzo dei Congressi), è stato fondato nel 1990 dal famoso coreografo russo, Artista del Popolo della Russia, Andrej Petrov. Egli ha puntato tutto sulla ricerca artistica e su coraggiosi esperimenti, pur mantenendosi nell’ambito della conservazione della tradizione classica. Alla base del repertorio della compagnia vi è un principio fondamentale: la scoperta di temi nuovi per il balletto e la creazione di spettacoli “esclusivi”. Esso comprende spettacoli della tradizione classica e spettacoli innovativi tra i quali sono da ricordare Schiaccianoci, Don Quichotte, Napoleone Bonaparte, Il lago dei cigni, La Prospettiva Nevskij , Tom Sowyer, Romeo e Giulietta. Nel repertorio della compagnia vi sono anche gli spettacoli Serata di coreografia del passato e Divertisments che includono numeri classici e moderni. Attualmente la compagnia occupa un posto di rilievo nel proprio paese ed i suoi spettacoli sono apprezzati in Russia e all’estero dove ha effettuato con successo numerose tournèe (Messico, Cina, Francia, Austria, Israele, Taiwan, Grecia, Cipro, Ungheria, Spagna, Italia, Portogallo, Giordania etc.). La tecnica dei solisti e di tutti gli artisti della compagnia si affina continuamente grazie al contributo di grandi maitres de ballet, prima fra tutti E. Maximova. Il raggiungimento della perfezione, attraverso la ricerca artistica, è l’idea guida del Balletto del Cremlino e ne determina l’eccellente qualità sul piano coreografico. L’estrema varietà del suo repertorio è garanzia di successo. Ogni suo spettacolo è caratterizzato dalla ricchezza degli arredi, delle scene, per la Cenerentola curate da Viktor e Rafail Volskij nonché dei costumi e gli scenografi ed i costumisti che vi prendono parte sono tra coloro che nel mondo del teatro più hanno contribuito a definire nuovi principi estetici.

Per informazioni e prenotazioni tel.0521 039399 www.teatroregioparma.org

 

 

Sono disponibili immagini digitali ad alta risoluzione e schede approfondite su ciascuno degli appuntamenti in cartellone (queste ultime on line su www.teatroregioparma.org)
 
 
Paolo Maier
Ufficio Stampa e Comunicazione
Fondazione Teatro Regio di Parma
via Garibaldi, 16
43100 Parma - Italia
tel +39 0521 039369
fax +39 0521 218911
www.teatroregioparma.org
p.maier@teatroregioparma.org

 

AVVISO IMPORTANTE:

PERMANGONO PURTROPPO PROBLEMI RELATIVI A INDESIDERATI MULTIPLI INVII DELLE NOSTRE COMUNICAZIONI. CI SCUSIAMO DEL FASTIDIOSO DISGUIDO, INFORMANDO CHE PER LA SOLUZIONE DEL PROBLEMA ABBIAMO ATTIVATO LE NECESSARIE E OPPORTUNE OPERAZIONI DI VERIFICA 

I Vs. dati sono acquisiti, conservati e trattati nel rispetto della Legge 675/96. Il titolare dei dati potrà richiederne in qualsiasi momento la conferma dell'esistenza, la modifica o cancellazione come previsto dall'articolo 13. Tutti i destinatari della mail sono in copia nascosta (Privacy L.75/96), ma può succedere che il messaggio pervenga anche a persone non interessate, in tal caso vi preghiamo di segnalarcelo rispondendo CANCELLAMI a questa mail precisando l’indirizzo email che verrà immediatamente rimosso. Abbiamo cura di evitare fastidiosi MULTIPLI INVII, laddove ciò avvenisse ce ne scusiamo sin d'ora invitandovi a segnalarcelo immediatamente.


 
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl