Restaurate due opere di Santi di Tito

01/lug/2006 11.55.00 de luca carmelo Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
La Basilica di S.Croce restituisce al pubblico due capolavori. la Cena di
Emmaus di Santi di Tito è tornata, diopo i restauri, nella sua sede
originaria, l'Altare Berti. Lo scorso febbraio, invece, era stata collocata
sull'altare Medici la Resurrezione.
Si conclude così, la prima fase degli interventi di recupero e pulitura che
hanno interessato la navata laterale della basilica.
La cena di Emmaus e la Resurrezione sono state collocate su uno speciale e
innovativo telaio apribile. Le due pale potranno così essere facilmente
ispezionate e sottoposte ai necessari interventi di manutenzione.
I restauri delle opere sono stati finanziati dall'Opera di S. Croce.
" Stiamo proseguendo il lavoro iniziato dal precedente Consiglio -ha detto
la dott.ssa Carla Guiduccii, presidente del'Opera di S.Croce- , ci
proponiamo di restituire nall'originario splendore tutti gli altari della
Chiesa".
Iniziati nel novembre 2004, gli interventi hanno portato al restauro delle
coperture, delle decorazioni della struttura lignea, degli intonaci interni
e degli affreschi. Oggetto di intervento sono state anche le sTupende
vetrate istoriate mentre è stata sostituita quella in corrispondenza della
prima campata. "Gli interventi alla navata sinistra -ha sottolineato la
dott.ssa. Bonanni- fanno parte di un ampio programma di restauri e recuperi
che l'Opera sta realizzando".
"Dopo l'estate -ha poi apggiunto la presidente- presenteremo la conclusione
dei restauri alla Cappella Baroncelli".
Il restauro della Cena in Emmaus e la Rsurrezione non solo ha restitutito
alla funzione pubblica due capolavori, ma consente agli studiosi di
approfondire le conoscenze sul disegno e sulla tecnica pittorica di Santi di
Tito.


blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl