L'ESPRESSIONISMO SECONDO DILVO LOTTI

L'ESPRESSIONISMO SECONDO DILVO LOTTIComposizioni raffinate, tonalità forti nei colori, visi accentuati nelle forme rappresentano le caratteristiche peculiari della pittura di Dilvo Lotti.

10/lug/2006 10.04.00 de luca carmelo Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
Composizioni raffinate, tonalità forti nei colori, visi accentuati nelle
forme rappresentano le caratteristiche peculiari della pittura di Dilvo
Lotti. Artista espressionista, seguace di Francesco Chiappelli e Pietro
Parigi, il maestro assorbe quest'arte nordica senza mai scendere in anonime
imitazioni. Infatti il carattere curioso, esuberante e volitivo maturano un
linguaggio personale non legato ad accademismi. Originario dell'incantevole
S.Miniato, la cittadina toscana festeggia questo grande figlio con una
mostra le cui opere saranno esposte nei suoi principali musei a partire dal
prossimo 15 luglio 2006. Settanta anni di operosa attività creativa
mostreranno i poliedrici temi trattati dall'artista, in particolare quello
della spiritualità cristiana, raffigurati con sagace ironia e commossa
partecipazione.
Le opere recenti di Lotti mostrano, altrestì, una compostezza del racconto e
una certa distenzione compositiva evidenziante una marcata serenità
interiore. Nel percorso espositivo saranno visibili immagini della sua casa
in Via Maioli, coperta di colori e ceramiche che raccontano la storia
artistica del novecento. Un bel catalogo, edito dalla Felici Editore,
descrive e illustra quanto il visitatore potrà ammirare nella mostra che
chiude il 15 dicembre 2006.

Carmelo De Luca


blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl