Un'impresa si aggiudica la Maglia Nazionale per il Meyer di Firenze]

14/lug/2006 16.57.00 Meyer.it Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
COMUNICATO STAMPA

L’Asta on line “Campioni di donazioni” ha il vincitore: l’azienda Rosss
Spa di Scarperia si aggiudica la maglia autografata dagli azzurri della
Nazionale con un rilancio di 3.400 euro
“Un piccolo gesto per sostenere i progetti della Fondazione Meyer”


“Campioni del mondo, Campioni di donazioni”, la gara di solidarietà on
line lanciata dalla Fondazione Meyer a favore dei progetti a misura di
bambino dell’Ospedale Pediatrico, ha il suo vincitore: è l’azienda Rosss
di Scarperia che con un rilancio di 3.400 euro si è aggiudicata la maglia
autografata dagli azzurri campioni del mondo 2006. Si è tutta giocata
nell’ultima ora, dalle 11 alle 12 di questa mattina, la “battaglia” a
colpi di offerte e rilanci per portarsi a casa la divisa firmata dai
giocatori della Nazionale di calcio. In appena un’ora si sono susseguiti
ben dodici rilanci fatti dagli otto partecipanti alla gara di solidarietà.
A spuntarla entro l’ora prestabilita, mezzogiorno, l’azienda Ross Spa che
gareggiava con il nickname Nicdani.

“La maglia va a Scarperia - dice Simone Bettini, direttore commerciale
dell’impresa di produzione e commercializzazione scaffalature e archivi
per magazzini -, presso la Rosss Spa che quest’anno festeggia il 25°
anniversario di attività. Conosco l’Ospedale Pediatrico di Firenze,
quand’ero bambino vi ho trascorso alcune settimane. Tutta la mia famiglia
è molto legata al Meyer e nel nostro piccolo cerchiamo di dare una mano
sostenendo le attività dell’Ospedale Pediatrico”. In altre situazioni la
famiglia Bettini ha fatto donazioni a favore del Meyer. “Siamo orgogliosi
di quanto fa la Fondazione Meyer”, aggiunge Simone Bettini.
Il fondatore e presidente dell’azienda che si è aggiudicata la maglia
della Nazionale è Rossano Bettini. Ma cosa ha spinto questa famiglia a
partecipare all’Asta on line per avere la maglia degli azzurri? “La Rosss
è un’azienda che esporta in tutta Europa e nel mondo - spiegano i titolari
-. Ci sentiamo profondamente italiani, per questo abbiamo partecipato
all’Asta per la maglia dell’Italia Campione del Mondo di calcio 2006”.

La maglia era stata donata alla Fondazione Meyer dalle imprese Teknonet di
Empoli e Game Show di Firenze, in collaborazione con la Federazione
Italiana Gioco Calcio, appena prima dell’avvio ufficiale del Mondiale di
Calcio. L’Asta on line, che si era aperta il 30 giugno scorso sul sito
della Fondazione www.fondazione.meyer.it con una base d’asta di mille
euro, ha visto una prima offerta da Sammy, il nickname scelto di un
donatore australiano che aveva fatto salire il valore a quota 1.700 euro.
Nei giorni successivi altri due offerenti avevano rilanciato portando il
valore a 1.600 euro. L’11 luglio la quarta offerta, quella di Gianluca,
che era arrivato alla soglia di 1.700 euro. Poi questa mattina il gran
finale e il Campione di donazioni, i titolari dell’impresa di Scarperia.
Grazie a loro e ai donatori speciali che hanno partecipato alla gara di
solidarietà. (r.rez.)

L’Ufficio Stampa

Roberta Rezoalli
Fondazione Meyer
r.rezoalli@meyer.it
tel 055 5662302
cell. 335 6860677




blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl