Vincente Amigo a E'grandEstatE 2003

Allegati

19/lug/2003 18.00.13 Utente Non Registrato Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
 

 

E'grandeFlamenco

 

Latin Grammy Award 2001

Vincente Amigo

Ciudad de las ideas

 

Vicente Amigo 1° chitarra

José Manuel Hierro 2° chitarra

Patricio Càmara voce e percussioni

Francisco Gonzalez percussioni

Blàs Còrdoba voce cantaor

Antonio Ramos basso

in collaborazione con RitmiKa

 

Parma, Piazzale della Pilotta,

martedì 22  luglio 2003 ore 21.30

        

       

        “Il miglior chitarrista flamenco del mondo”. Lo dice Pat Metheny, ma è un coro pressoché unanime nel mondo della musica: è l’erede naturale del suo grande amico e maestro Paco De Lucia, ed è anche uno straordinario compositore. Dopo il successo al Teatro Massimo di Palermo e al Teatro Nuovo di Udine, nel febbraio 2002 e recentemente a Roma al Teatro Sistina e Teatro Smeraldo di Milano, Vicente Amigo si presenta a E'grandEstatE in Piazzale della Pilotta martedì 22 luglio in sestetto accompagnato da una seconda chitarra, due percussionisti, un bassista e il “cantaor”, figura tradizionale della musica flamenca.

        Un Latin Grammy vinto nel novembre 2001 con l’album Ciudad de las Ideas (BMG, 2000), il trionfo di una tournée in Giappone e negli Stati Uniti (“tutto esaurito” alla Town Hall di New York), la collaborazione come compositore e chitarrista con Alberto Iglesias per la title-track della colonna sonora dell’ultimo film di Pedro Almodovar Hablé con Ella, non hanno arrestato l’impegno di Vicente in un progetto a fini umanitari. Lo scorso ottobre, infatti, è stato  presentato a New York il CD a beneficio della “Fundacion Sabera” di Calcutta, che si occupa di programmi di sviluppo per donne e bambini in India. A questo progetto Vicente Amigo ha partecipato con due brani, sia come autore che come chitarrista; uno di questi con Sting, e il secondo brano per le voci di Alejandro Sanz e Antonio Banderas. L’album ha ospitato inoltre Carlos Santana e Rosario Flores.

        Ma la collaborazione con Sting ha avuto un seguito: Vicente Amigo è stato chiamato a collaborare  per il brano Send your love (il singolo che anticipa il nuovo album di Sting intitolato Sacred love già nelle radio italiane dal 27 giugno 2003 e in uscita 19 settembre prossimo).

Chitarrista dalla personalità spiccata, di musicalità moderna e flamenca questo è Vicente Amigo: un artista fuori serie. La ricchezza e la varietà del flamenco trovano con lui una forma aperta a tutta la musica, rendendolo artista capace di arrivare ad un pubblico eterogeneo.

        Aperto a sperimentare ed approfondire altri generi musicali, ha diviso la scena con Stanley Jordan al “Carrefur de la Guitarre de Martinica” e con Joao Bosco a Cordoba; con Wagner Tiso e Milton Nascimento al “Heineken Concerts” di Rio de Janiero e con John McLaughlin al “Festival de Amiens” nella “Plaza de Toros” di Lisbona e nel memorabile concerto “Mestres da Guitarra”.

Oltre al recentissimo Grammy, Vicente Amigo è stato vincitore di prestigiosi premi internazionali di chitarra e di musica flamenca. Ha realizzato lunghe tournée in molti paesi: in Italia, Francia, Germania, Olanda, Belgio, Svizzera, Danimarca, ed ancora in Brasile, Messico, Cuba, Giappone, Turchia, Marocco, Tunisia.

        In Ciudad de las ideas, il suo ultimo lavoro discografico, affiora l’idea che Amigo ha del flamenco: Il Flamenco è un modo di sentire, un linguaggio, un umore, un modo di suonare... in effetti, è inspiegabile a parole. Il Flamenco è il Flamenco, può essere classico o attuale di volta in volta. Quello che oggi chiamiamo attuale, domani può essere chiamato classico. Ciascuna epoca ha un proprio modo di dire e definire, è importante rispettarle sempre tutte.

Nell’album Ciudad de las ideas, sono, tra gli altri, interpreti di alcuni brani interamente composti da Vicente Khaled, Pedro Aznar, Montse Cortes.

Per informazioni e prenotazioni tel.0521 039399 www.teatroregioparma.org

 

Sono disponibili immagini digitali ad alta risoluzione e schede approfondite su ciascuno degli appuntamenti in cartellone (queste ultime on line su www.teatroregioparma.org)
 
 
Paolo Maier
Ufficio Stampa e Comunicazione
Fondazione Teatro Regio di Parma
via Garibaldi, 16
43100 Parma - Italia
tel +39 0521 039369
fax +39 0521 218911
www.teatroregioparma.org
p.maier@teatroregioparma.org

 

AVVISO IMPORTANTE:

PERMANGONO PURTROPPO PROBLEMI RELATIVI A INDESIDERATI MULTIPLI INVII DELLE NOSTRE COMUNICAZIONI. CI SCUSIAMO DEL FASTIDIOSO DISGUIDO, INFORMANDO CHE PER LA SOLUZIONE DEL PROBLEMA ABBIAMO ATTIVATO LE NECESSARIE E OPPORTUNE OPERAZIONI DI VERIFICA 

I Vs. dati sono acquisiti, conservati e trattati nel rispetto della Legge 675/96. Il titolare dei dati potrà richiederne in qualsiasi momento la conferma dell'esistenza, la modifica o cancellazione come previsto dall'articolo 13. Tutti i destinatari della mail sono in copia nascosta (Privacy L.75/96), ma può succedere che il messaggio pervenga anche a persone non interessate, in tal caso vi preghiamo di segnalarcelo rispondendo CANCELLAMI a questa mail precisando l’indirizzo email che verrà immediatamente rimosso. Abbiamo cura di evitare fastidiosi MULTIPLI INVII, laddove ciò avvenisse ce ne scusiamo sin d'ora invitandovi a segnalarcelo immediatamente.


 
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl