Comunicato LAV, Maltrattamenti: 330 maiali morti in un allevamento a causa del distacco della corrente. La LAV presenta denuncia per individuare responsabilità.

08/set/2006 17.49.00 LAV - Ufficio Stampa nazionale Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

MALTRATTAMENTI: 330 MAIALI MORTI IN ALLEVAMENTO A SAN GIOVANNI IN CROCE
(CR). I TITOLARI NON PAGANO LA CORRENTE ELETTRICA E L’ENEL LA STACCA. LA LAV
PRESENTA DENUNCIA.

La LAV annuncia che depositerà presso la Procura della Repubblica di Cremona
un denuncia contro ignoti per maltrattamento, e conseguente morte, di 330
maiali in un allevamento di San Giovanni in Croce (Cremona), al quale l’Enel
ha interrotto la fornitura di energia elettrica per morosità, affinché
vengano individuate le eventuali responsabilità di allevatore ed Enel.

La mancanza di corrente elettrica ha causato il blocco degli impianti di
ventilazione e di aspirazione, ed i maiali, con una temperatura di oltre 40
gradi, sono morti per asfissia. “E’ incredibile che l’Enel abbia deciso di
sospendere l’elettricità in un allevamento di animali senza pensare alle
conseguenze che questi potevano subirne - dichiara Ciro Troiano,
responsabile LAV SOS Maltrattamenti - “La loro morte era, quindi,
prevedibile. Per questo invieremo una richiesta di indagine alla
Magistratura al fine di verificare eventuali responsabilità sia da parte
dell’Enel sia da parte dell’allevatore che, stando a quanto dichiarato
dall’Enel, non avrebbe approntato nella struttura un sistema di emergenza in
caso di black out, e non avrebbe entro la scadenza il conguaglio dovuto”.

Secondo la LAV da parte dell’Enel è stata posta in essere una condotta che
poteva rappresentare un pericolo per gli animali, accettandone di fatto il
rischio. Ne consegue che nella condotta in esame l’evento delittuoso pur non
essendo voluto dai responsabili Enel, è un effetto diretto del loro
atteggiamento, poiché conseguenze negative per gli animali non potevano non
essere previste, ma ciò non li ha distolti dalla loro condotta.

8 settembre 2006
Ufficio stampa LAV 06.4461325 - 329.0398535 www.lav.it

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl