Comunicato LAV. "REALITY CIRCUS": VIOLATE DUE NORMATIVE PER USO ANIMALI. LA LAV DIFFIDA CANALE 5 ED ENDEMOL ITALIA.

Comunicato stampa LAV 15 settembre 2006 ANIMALI, LA LAV DIFFIDA CANALE 5 ED ENDEMOL ITALIA: IN REALITY CIRCUS, IN ONDA DAL 18 SETTEMBRE, VIOLATE DUE NORMATIVEPER USO ANIMALI.

15/set/2006 14.50.00 LAV - Ufficio Stampa nazionale Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

 

 

Comunicato stampa LAV 15 settembre 2006

 

ANIMALI, LA LAV DIFFIDA CANALE 5 ED ENDEMOL ITALIA: IN“REALITY CIRCUS”, IN ONDA DAL 18 SETTEMBRE, VIOLATE DUE NORMATIVEPER USO ANIMALI.

 

Unospettacolo vietato dal Regolamento comunale di Roma sulla tutela degli animalie una detenzione, non autorizzata dal Prefetto, di animali pericolosi che violala normativa nazionale in materia di tutela della salute edell’incolumità pubblica: sono le due violazione normative che la LAV haoggi formalizzato con un atto di diffida, formulato dal proprioUfficio Legale, inviato alla società Endemol e alla Rti per la trasmissione“Reality Circus” (in onda dagli studi cinematografici sulla ViaPontina a Castel Romano, Roma), condotta da Barbara D’Urso, che andrà inonda in prima serata da lunedì 18 settembre su Canale 5.

 

Non si tratta di un normale circo presso il quale iconcorrenti saranno chiamati a effettuare delle prove, ma un uso e unaddestramento di animali per spettacolo, affittati dal Circo di Moira Orfeiattendato negli stessi giorni in Puglia, chiusi in un tendone ricreatoall’interno di studi cinematografici.dichiara Gianluca Felicetti, presidente della LAVAldilà del nostro giudizio moralesulle costrizioni cui sono obbligati degli esseri viventi, vi sono ben duenormative che Sindaco Veltroni, Prefetto Serra, Polizia Municipale e CorpoForestale dello Stato sono chiamati a far rispettare con le sanzioni previsteche includono anche la sospensione immediata dell’attività e il sequestrodegli animali”.

 

Nellospecifico, l’articolo 16 del Regolamento Comunale di Roma sulla Tuteladegli animali prevede in maniera inderogabileche “è vietata su tutto ilterritorio qualsiasi forma di spettacolo o di intrattenimento pubblico oprivato effettuato con o senza scopo di lucro che contempli, in maniera totaleo parziale, l’utilizzo di animali, sia appartenenti a specie domesticheche selvatiche”.

Laviolazione di tale articolo prevede la sospensione immediatadell’attività, il sequestro e la confisca dei mezzi, oltreall’applicazione della sanzione amministrativa stabilita in una sommacompresa tra 200,00 e 500,00 euro, “proporzionata anche in relazione al numero di animalicoinvolti nelle violazioni”.

 

Inoltre,non essendo un Circo regolarmente attendato, la struttura in cui sono glianimali necessita di un’autorizzazione Prefettizia di cui agli articoli 6comma 6 Legge 150-92 e 4 comma 13 Legge 426-1998, alla luce della Circolare delMinistero dell’Interno 557/B.100089G (27) del 22 febbraio 2002 secondo laquale: “si dovrà necessariamenteprocedere a rilasciare un’autorizzazione integrativa alla detenzione (inluogo diverso dal Circo di appartenenza) e all’esibizionedi animali considerati pericolosi, a cura della Prefettura della provinciacompetente previa indagine della Commissione prefettizia di Vigilanza sui pubblicispettacoli”.

 

LaLAV ricorda infine che già all’inizio dell’agosto scorso avevapubblicamente chiesto a Barbara D’Urso, alla Endemol e a Canale 5 di nonutilizzare animali per questo reality e di concentrarsi sugli esercizi ditrapezisti e clown, ovvero sulle vere radici del circo, rimanendo purtroppoinascoltata.

 

15.09.2006

Ufficiostampa LAV tel. 06.4461325 – 339.1742586  www.lav.it

 

 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl