com st Mobolità e ambiente si spendono 189 milioni per risanamento acustico delle ferrovie in Toscana

23/set/2006 17.00.00 CarraraFiere Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

189 milioni di Euro per il risanamentoacustico della rete ferroviaria in Toscana

Spesi dal 2004 al 2007 consentiranno di diminuire il rumore dei treninella rete regionale.

 

La Toscana si confermaregione all’avanguardia anche nel controllo sui rumori causatidal traffico e negli interventi sulle infrastrutture dei trasporticon un controllo puntuale ed interventi che comportano forti investimenti.

I dati e le strategiesono stati forniti nel corso di un incontro sul risanamentoacustico, che si è tenuto sabato 23 settembre nell’ambito di Mobilityshow, organizzato dalla regione Toscana per illustrare le azioni intrapresefino ad oggi per intervenire sui rumori prodotti dal traffico urbano e dallarete ferroviaria.

“Fin dal 1998 èstata adottata una normativa regionale che ha portato prima al controllo edalla classificazione dei rumori nei nostri comuni e poi alla stesura di appositi piani di risanamento acustico che sarannorealizzati da comuni e regione. Oggi ben 224 comuni toscani hanno approvato invia definitiva i loro piani, ne mancano pochissimi – ha detto Giorgio Galassi, del dipartimento per l’inquinamento acusticoed elettromagnetico della Regione intervenendo all’incontro – edisponiamo di un piano di controllo ed intervento cheriguarda tutte le strutture di comunicazione, dalle ferrovie alle autostrade,dagli aeroporti alle strade comunali e provinciali. Per il 75% dei casi criticiesiste già un progetto di intervento per diminuire oeliminare i rumori. In molti casi sono già state espletateanche le gare di appalto finanziando opere inserite in 15 piani di intervento percirca 7 milioni di euro, cifra destinata ad aumentare considerevolmente neiprossimi anni visto che altri venti comuni hanno presentato altrettanti piani”.

La regione Toscana, grazieanche alla collaborazione delle ferrovie e del Ministero dell’Ambiente, haposto particolare attenzione agli interventi per eliminare i rumori causati daitreni soprattutto nelle aree cittadine o fortemente urbanizzate concordando unpiano di interventi ed è stato concordato un piano diinterventi sulla rete ferroviaria per 189 milioni di euroda spendere dal 2004 al 2007, realizzando soprattutto barriereacustiche ed intervenendo sulle situazioni più critiche.

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl