PICCHI (FI): Sinistra contro sviluppo del Mezzogiono, dopo il no a Ponte

PICCHI (FI): Sinistra contro sviluppo del Mezzogiono, dopo il no a Ponte"La sinistra è contraria allo sviluppo del Mezzogiorno e perderà i fondi europei stanziati per la costruzione del ponte sullo stretto di Messina".

11/ott/2006 13.10.00 Guglielmo Picchi Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

"La sinistra è contraria allo sviluppo del Mezzogiorno e perderà i fondi
europei stanziati per la costruzione del ponte sullo stretto di Messina".
Così l'On. Guglielmo Picchi di Forza Italia commenta la bocciatura della
mozione a sostegno della realizzazione dell'importante infrastruttura per il
corridoio europeo Berlino Palermo. "Ancora una volta la sinistra ci farà
fare brutta figura in europa dopo la vicenda della TAV e del corridoio
Lisbona-Kiev. Non solo quindi un danno incalcolabile per il mezzogiorno e
una perdita di importanti fondi europei, ma sopratutto le penali dovute alle
imprese di costruzione faranno sì che a rimetterci saranno i contribuenti
italiani. Il blocco della TAV e del Ponte - conclude Picchi - impediscono lo
sviluppo dell'intero paese e di poter competere su scala europea e
rappresentano un pessimo esempio di affidabilità del nostro paese".

Jacopo Bianchi
Portavoce On. Picchi
+39 339 71 39 078

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl