EX MEMBRI - O APOSTATI - QUANTO AFFIDABILI?

11/ott/2006 18.49.00 Affari Pubblici Chiesa di Scientology Milano Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

 

www.scientology.org     www.scientology.it   www.scientology-italia.blogspot.com


La religione di Scientology è oggi più che mai argomento di attualità, se ne legge, se ne sente parlare, non trascorre giorno senza che i media ne esprimano interesse e senza che le Chiese ricevano richieste di maggiori informazioni ... forse una delle sole pecche rimaste, per pochissimi ancora, nella ricerca di informazioni vere, consolidate da fatti, consiste nell'affidarsi agli ex membri - o apostati - ... gli apostati rappresentano un fenomeno ben noto caratterizzato da un modello di comportamento ben preciso, come documento da sociologi e studiosi di religioni.

Per citarne solo uno, il prof. Bryan Wilson dell'Università di Oxford, uno dei più stimati sociologi contemporanei:


"L'apostata ha generalmente bisogno di giustificare se stesso. Cerca di ricostruire il suo proprio passato per scusarsi di un'affiliazione precedente e per biasimare coloro che erano prima i suoi migliori amici. Non è insolito che l'apostata impari a ripetere una 'storia atroce' per spiegare come, per mezzo di manipolazione, trucchi, coercizione o inganno, egli sia stato indotto ad entrare in un gruppo che ora rinnega e condanna. Gli apostati, esagerati dalle stampa, hanno a volte cercato di trarre profitto economico vendendo le loro storie ai giornali…."

"Gli studiosi sono giunti a riconoscere la 'storia atroce' come un tratto caratteristico dell'apostata e hanno concluso di considerarla alla stregua di una categoria di fenomeni riconoscibile

 

."

In conclusione, dipendere esclusivamente dagli apostati come fonti d'informazione è alquanto approssimativo e per niente affidabile.

E' proprio per questa ragione che alcuni fedeli di Scientology hanno voluto far sentire la loro voce, di questi ne pubblichiamo solo alcuni, ma storie di vita (qui descritte in breve) simili, nelle Chiese di Scientology ne leggiamo migliaia tutti i giorni. Ci scusiamo per tutti coloro che non abbiamo potuto pubblicare oggi, ci riserviamo da farlo in futuro:
-
Mi chiamo Daniela Fava, sono un'imprenditrice e conosco e pratico Scientology da molti anni. Mi ritengo una persona pratica e riflessiva, capace di formarsi un'opinione il più possibile obiettiva su cose e persone. È proprio in questa luce che ho sempre valutato la praticità, la genuinità e la veridicità della religione di Scientology e di tutti coloro che la predicano e la praticano. Ciò che mi ha avvicinata a Scientology è stato il desiderio di aiutare il mio prossimo, perché questo è ciò che Scientology mi ha dato: strumenti di semplice utilizzo per aiutare l'altro a vincere o ad affrontare con maggior vigore e serenità alcune dure battaglie della vita, vuoi che si tratti di tossicodipendenza, di malesseri dell'anima o di ferite spirituali e materiali che richiedono una persona con gli strumenti e la capacità necessarie per lenirle. Negli anni, Scientology mi ha permesso di elevarmi non solo come persona, ma anche come madre, come figlia, come moglie, come imprenditrice e come membro di una società in cui tutto ciò che è nuovo o che esce dagli schemi di un pensiero preconfezionato e prestabilito diventa subito sinonimo di "diversità", di "stupidità" e di "blasfemia" e viene spesso guardato con sospetto.
-
Scientology ha migliorato la mia vita in tutti i suoi aspetti, dal lavoro alla famiglia, dalle relazioni personali alla mia autostima, fino a cose apparentemente scorrelate come la mia abilità di studiare, guidare, osservare ecc. Non che prima le cose mi andassero male, ma c'era un qualcosa che non andava, ma volevo approfondire la conoscenza di me stesso. Lo studio e l'applicazione di Scientology mi hanno dato le risposte. Ho scoperto che quando la mia integrità personale viene violata, annebbia le mie percezioni e annienta le mie capacità di fronteggiare e risolvere i problemi che la vita pone. All'inizio mi stupivo nel constatare come un singolo fattore potesse risolvere uno spettro così ampio di problemi ma, a ben guardare, non è affatto strano: questo singolo fattore riguarda infatti la mia vera individualità come essere spirituale e dunque la mia causatività su tutti gli aspetti della vita. Sarò sempre enormemente grato a Ron Hubbard per avere reso tutto questo possibile.
Alberto Brugnettini - Milano
-
SONO UNO SCIENTOLOGIST DA 29 ANNI. Una sera di 29 anni faun amico mi parlò di DIANETICS andai con lui alla sede di Novara peruna conferenza e da lì in poi è stata una scoperta continua. Scientology mi ha dato tantissimo, molto di più di quanto mi sarei aspettato, mi ha dato un aiuto tangibile nel portare serenità nella miafamiglia nel mio ambiente di lavoro e soprattutto mi ha dato veristrumenti per combattere e sconfiggere le piaghe di questa nostra società: vera informazione e prevenzione tra i giovani per far conoscere che cosa è la droga, una guida albuonsenso con la VIA DELLA FELICITA' che ha calmierato rivolte edisordini, la campagna dei DIRITTI UMANI che fa conoscere ai giovani e non, come aiutarci ad andare d'accordo gli uni con gli altri e a viverein pace.Ma nello scrigno dei valori di Scientology ci sono altritesori che puoi scoprire e questo è quello che auguro sinceramente a tutte le persone che desiderano aiutare gli altri.
Grazie Gianni Celasco ( promotore finanziario)
-
Con Scentology ho avuto modo di comprendere effettivamente dove sono e cosa sto facendo, chi sono gli altri e che cosa facciamo qui.Domande che ci siamo forse sempre posti o alcuni di noi ci siam posti e che a volte se ne parlava si discuteva etc. ma con Scentology ho avuto modo di capire queste cose ed aumentare le mie abilità sia nel campo della comunicazione con gli altri che nella comprensione. Questo da modo di vivere una vita con più certezze.Tutta questa comprensione mi agevola nel realizzare i miei sogni , le mie opere d'arte e ad aiutare altre persone ad ottenere i vantaggi che io ho avuto e che spero anche loro raggiungano.
Franco Farina
(pittore)
-
Questo è quello che mi sento avere ricevuto conoscendo Scientology:
La mia partecipazione risale al 1986, anno in cui ho letto per la prima volta i libri di L. Ron Hubbard. A quel tempo avevo dei problemi con l'alcol e mi ritiravo dalle altre persone. Inoltre, pur essendo diplomato, non mi sentivo in grado di prendermi alcuna responsabilità e tiravo avanti facendo lavori manuali. Una delle prime cose che ho fatto in Scientology è stata il programma per ripulire i residui di droghe e tossine dall'organismo, dopo il quale ho smesso l'abuso di alcol ed ho cominciato a pensare più chiaramente. In seguito ho fatto alcuni corsi sul miglioramento personale, in particolare quelli sulla comunicazione e sui valori personali, e lì veramente ho visto la mia vita cambiare. Vedevo che potevo iniziare a tirare fuori alcune mie qualità che prima erano come sepolte. Da quel momento ho svolto varie attività di rappresentanza e di vendita, tutte a contatto con il pubblico, che mi hanno permesso di vivere guadagnando abbastanza bene. Fondamentalmente, ora mi sento una persona più serena e felice, il mio livello di responsabilità si è innalzato, ed uso parte del mio tempo per cercare di fare la mia parte nell'ambito di alcune azioni di volontariato sostenute da Scientology.
Giorgio Pussini
-

www.lronhubbard.it www.lronhubbard.org


Il testo che risponde appieno alla domanda "Che cos'è Scientology?", titolo del testo stesso,
è disponibile nelle migliori librerie e consultabile nella maggior par
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl