La Spagna delle tre culture a Torino

21/ott/2006 22.00.00 Associazione Culturale Italia Medievale Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
Comunicato stampa (con preghiera di pubblicazione)

LA SPAGNA DELLE TRE CULTURE. Ebrei, cristiani e musulmani tra storia e
mito

Giovedì 26 ottobre 2006
Alle ore 21,15 presentazione dell’ultimo libro di Alessandro Vanoli,
edito da Viella.
Centro Culturale Italo-Arabo "Dar Al Hikma", Via Fiocchetto, 15,
Torino. L'iniziativa è organizzata in collaborazione con l'Associazione
Culturale Italia Medievale e vedrà la partecipazione dell'autore. E'
questo il terzo appuntamento del ciclo di incontri "Il mondo nel
Medioevo tra Oriente e Occidente", del quale allego la locandina con il
programma completo.

Il libro
Per oltre otto secoli, dal 710 al 1492, tre culture - cristiana,
islamica, ebraica - convissero in Spagna tra tensioni e scambi fecondi,
incomprensioni e reciproci arricchimenti. La storia narrata in questo
libro non è solo quella di incontri o scontri tra religioni, bensì,
soprattutto, quella di come si definirono le diverse identità della
penisola iberica e di come tali identità guardarono a ciò che
percepivano come diverso e insieme, inevitabilmente, prossimo.
La storia della diversità è molto più complessa di quanto non lascino
intendere i luoghi comuni: l’idea di reconquista, di scontro continuo e
sanguinoso tra cristianità e islam, come pure l’immagine mitizzata di
al-Andalus come miracoloso spazio del dialogo e dell’incontro tra le
tre religioni non sono altro che una semplificazione, fatta
ideologicamente e a posteriori, tra una molteplicità di punti dei vista
possibili. La ricostruzione dei complessi, fluidi e contradditori
rapporti tra i fedeli delle tre grandi religioni è possibile solo
all’interno di un racconto che interroghi con scrupolo e onestà opere
letterarie, poesie, testi giuridici, storici e geografici.
Anche dopo il 1492, quando fu conquistato l’ultimo baluardo islamico in
Spagna e gli ebrei vennero cacciati, queste differenti identità - pur
se ufficialmente scomparse - rimarranno nella memoria collettiva e
istituzionale, in quelle parole ad esse legate che continueranno a far
sentire la loro presenza, invisibile e ingombrante. Fino a un oggi in
cui l’invenzione delle differenze è diventata, per la prima volta, una
vera necessità culturale e politica.

Alessandro Vanoli insegna Politica comparata del Mediterraneo presso la
facoltà di Conservazione dei beni culturali dell’Università di Bologna
sede di Ravenna e Cultura spagnola presso la facoltà di Mediazione
linguistica e culturale dell’Università Statale di Milano. Tra le sue
pubblicazioni: Alle origini della Reconquista (Torino 2003); Il mondo
musulmano e i volti della guerra. Conflitto politica e comunicazione
nella storia dell’Islam (Firenze 2005); Le parole e il mare. Tre
considerazioni sull’immaginario politico mediterraneo (Torino 2005).

maurizio calì

Associazione Culturale Italia Medievale
http://www.italiamedievale.org
http://medievale.splinder.com
http://italiamedievale.splinder.com
info@italiamedievale.org
cell: 333 5818048
tel: 02 45329840
fax: 02 99984796


blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl