COMUNICATO STAMPA: Mercury annucia la strategia BTO per le SOA (Service Oriented Architecture)

25/ott/2006 12.00.00 Prima Pagina Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

 

 

Notizie per la Stampa

 

 

 

Per Informazioni:

Elisabetta Reato                                            Ufficio Stampa

Prima Pagina Comunicazione                      Mercury

Tel: 02/76.11.83.01                                        Tel: 02/7214261

Email: elisabetta@primapagina.it                 Email: ufficiostampa@mercury-eur.com

 

 

Mercury annuncia la strategia BTO per le SOA (Service Oriented Architecture)

 

ü   La strategia BTO di Mercury aiuta i clienti a ridurre i rischi legati alle iniziative SOA

ü   La strategia integrata per ottenere risultati di business per l’intero ciclo di vita delle SOA

 

Milano - 25 ottobre 2006 - Mercury Interactive Corporation (OTC: MERQ), il fornitore leader per la business technology optimization (BTO), ha annunciato la propria strategia per le service oriented architecture (SOA). La strategia di Mercury per le SOA evidenzia come i clienti utilizzano Mercury BTO Enterprise insieme all’offerta Systinet di Mercury per ridurre i rischi di business legati alle SOA e fornire risultati di business misurabili e di elevata qualità derivanti dalle iniziative SOA.

 

La strategia BTO di Mercury per le SOA gestisce le sfide fondamentali che le aziende incontrano nel raggiungere l’agilità e la flessibilità di business promessa dalle SOA, proteggendo allo stesso tempo il business da eventuali problemi legati alle SOA. Molte organizzazioni IT si sforzano di fornire consistenti risultati legati alle SOA, dovuti all’ampio numero di problemi di business creati da una governance insufficiente, da cambiamenti incontrollati ai servizi, bassa qualità dei servizi, e dall’incapacità di risolvere le problematiche relative alle SOA durante la fase di produzione. Un singolo problema SOA apporta spesso ritardi a un intero progetto, riduce la fiducia e i necessari finanziamenti da parte del management, e in alcuni casi congela definitivamente l’iniziativa stessa. Questo ha portato alla necessità di adottare un approccio integrato sull’intero ciclo di vita per prevenire costosi imprevisti legati alle SOA, ridurre il rischio dei problemi delle SOA relativi alle interruzioni di business, e costruire  risultati e successo incrementali.

La strategia BTO di Mercury ha l’obiettivo di aiutare i clienti a stabilire un approccio a basso rischio, altamente controllato per la governance delle SOA, la qualità e la gestione. Attraverso l’utilizzo dell’offerta di Mercury per le SOA, i clienti possono rispondere ad alcune delle maggiori sfide costituite dalle SOA, tra cui:

 

  • Ottenere il controllo sui servizi che non possono essere riutilizzati in maniera coerente attraverso l’azienda e violare gli standard di compliance;
  • Diminuire la grande mole di lavoro richiesta per testare un numero esponenziale di funzioni, interrelazioni e richieste tra i servizi e le applicazioni che supportano;
  • Ridurre il rischio di servizi di bassa qualità e dalle prestazioni insufficienti che causano problemi di business a catena;
  • Evitare che un cambiamento nel servizio inneschi un ‘effetto domino” di problemi verso le applicazioni e i processi di business automatizzati che sono dipendenti da quel servizio;
  • Individuare e risolvere i problemi relativi alle SOA prima che abbiano un impatto negativo sul business.

 

“La riduzione dei rischi di business relativi all’implementazione delle SOA è diventata oggi una delle priorità principali per allineare l’IT al business,” afferma Jason Bloomberg, senior analyst in Zap Think. “Numerose aziende stanno attraversando un “purgatorio delle SOA”, cioè stanno lottando per misurare evidenti risultati di business derivanti dalle loro iniziative di SOA. I rischi che ne derivano stanno spingendo molti CIO a spostare gli investimenti da un approccio di tipo rischioso verso le SOA che non forniscono risultati di business, verso approcci più pragmatici che colgono il valore delle SOA e che proteggono il business dai rischi.

 

“I clienti dimostrano di non tollerare strategie puramente visionarie, basate su sistemi proprietari, che non sono in grado di affrontare le sfide legate alle SOA quali la riduzione dei rischi, la governance, la gestione del cambiamento, la qualità, e la risoluzione dei problemi,” commenta Yuval Scarlat, senior vice president for products in Mercury. “La serie di successi in ambito BTO di Mercury può aiutare i clienti a ridurre i rischi e a ottenere risultati di business positivi dalle loro iniziative più critiche, così come dalle SOA, dalla gestione dei servizi IT, e dalla compliance.”

 

La strategia di Mercury per le SOA

La strategia di Mercury è costruita sull’ottimizzazione della governance, della qualità, e della gestione delle SOA, per aiutare a ridurre i rischi di business delle SOA attraverso il ciclo di vita. La strategia BTO di Mercury per le SOA fornisce un approccio flessibile di tipo incrementale con molteplici punti di partenza che permettono alle organizzazioni di implementare le iniziative SOA nel modo più conforme alle proprie priorità di business, di budget e di margini di rischio. I clienti utilizzano i prodotti BTO di Mercury per pianificare con fiducia, testare, implementare, controllare e gestire le iniziative di SOA. La strategia BTO di Mercury per le SOA consente alle aziende di iniziare a ridurre i rischi derivanti dalle iniziative SOA all’interno di un numero di aree chiave:

  • Le aziende che decidono di imbarcarsi in una iniziativa SOA per la prima volta potrebbero adottare l’offerta Mercury, leader di mercato, Systinet SOA governance  per creare un sistema di record tale da gestire i servizi attraverso il loro ciclo di vita. L’utilizzo di Mercury SOA governance garantisce che i servizi implementati rispondano agli obiettivi di business per permettere visibilità all’interno della fonte, del progetto, e la possibilità di riutilizzare e di localizzare tutti i servizi pianificati e implementati;
  • Le organizzazioni che hanno implementato servizi in produzione potrebbero iniziare con l’offerta Mercury per la gestione delle SOA per monitorare gli SLA, gestire i cambiamenti, tracciare i servizi e le infrastrutture, individuare e risolvere i problemi prima che abbiano un impatto sul business. L’utilizzo di Mercury SOA management può aiutare i clienti a ottenere controllo e visibilità sull’ambiente di produzione SOA e risolvere i problemi relativi alle SOA prima che possano avere un impatto negativo sul business. Mercury SOA Management può aiutare a garantire che i servizi in produzione forniscano  i risultati IT e di business attesi.
  • Le aziende che si accingono a implementare servizi nuovi o modificati potrebbero utilizzare l’offerta Mercury per la qualità delle SOA per essere sicuri che i servizi vengano testati e che soddisfino le richieste funzionali e relative alle performance del business. Utilizzando l’offerta Mercury per la qualità delle SOA possono aiutare a prevenire che i servizi di bassa qualità creino malfunzionamenti rilevanti durante la produzione, aumentando la fiducia e fornendo possibilità di riutilizzo.

 

“In Motorola, le SOA rendono il nostro business più agile ed efficiente, attraverso una fornitura più rapida dei progetti e permettendo ai nostri gruppi di sviluppo di spostare il loro focus dalla semplice manutenzione delle applicazioni alla creazione di servizi ed applicazioni per soddisfare le nuove richieste di business,” spiega Toby Redshaw, vice president of IT strategy, architecture, and e-business in Motorola. “Per ottenere successo nelle SOA, è necessario un foundation che supporti la governance, la gestione della qualità, e la gestione in produzione. Mercury e la sua divisione Systinet giocano una parte fondamentale nell’aiutare a garantire il continuo successo delle SOA in Motorola.”

 

“Affinché le SOA siano efficaci è necessario un approccio di tipo ‘lifecylce’ al modo con cui i servizi vengono pianificati, sviluppati, e implementati,” commenta Frank Kenney, vice president of research in Gartner. “Questo approccio richiede un perfetto allineamento tra la pianificazione dei servizi, lo sviluppo, e il runtime per controllare, documentare e gestire i cambiamenti attraverso il ciclo di vita.”

 

Mercury SOA Ecosystem Strategy

Con l’obiettivo di fornire una vasta gamma di piattaforme e tecnologie per le applicazioni SOA, Mercury ha stretto collaborazioni con alcune delle aziende leader a livello mondiale. Ad esempio, Mercury supporta l’approccio business-driven di SAP AG per le SOA aziendali. Le SOA aziendali permettono ai clienti di aumentare significativamente l’agilità di business e la flessibilità, semplificare gli sforzi di integrazione e ridurre i costi IT complessivi. Inoltre, Mercury supporta Oracle Fusion Middleware per fornire il foundation delle SOA e soluzioni di business che ottimizzano le operazioni IT e di business, migliorano la precisione e la velocità decisionale e aiutano a fornire sicurezza e compliance alle iniziative.

 

Systinet fornisce SOA Governance Interoperability Framework (GIF), che è stato creato per rispondere a tutte le interdipendenze a livello della sicurezza, integrazione di business, business intelligence, e all’integrazione delle informazioni aziendali dei vendor. Systinet GIF permette ai membri delle aziende di pubblicare i servizi e le policy correlate in modo standardizzato, essere avvertiti sui cambiamenti all’interno del registry, e ottenere accesso ai meta dati sulla gamma di servizi che costituiscono le SOA del cliente. Dieci partner stanno già supportando SOA Governance Interoperability Framework di Systinet.

 

 

Mercury

Mercury Interactive (OTC: MERQ), leader globale nella Business Technology Optimization (BTO), è impegnata ad aiutare i clienti ad ottimizzare il valore di business dell’Information Technology. Fondata nel 1989, Mercury è attiva in tutto il mondo ed è una delle aziende per il software enterprise con il più veloce tasso di crescita. Mercury fornisce software e servizi per gestire priorità, risorse e processi IT, distribuire e gestire business process basati su applicazioni, e ottimizzare ed integrare la relazione tra strategia ed execution dell’IT.

Clienti di tutto il mondo si affidano all’offerta di Mercury per migliorare la qualità e le performance delle applicazioni, controllare i costi e gestire rischi, e rispettare gli standard. Le soluzioni BTO vengono completate dalla tecnologia e dai servizi dei business partner di Mercury. In Italia, la società è presente a Milano e Roma.

Per ulteriori informazioni: www.mercury.com

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl