The London Cut a Pitti Uomo n.71

21/nov/2006 12.10.00 Nicoletta Curradi Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
Savile Row, storica via londinese, è sede da oltre duecento anni dei più esclusivi laboratori sartoriali del mondo. Abiti unici, fatti su misura, Bespoke. Per una clientela eccellente e variegata. Dal 1806 a oggi i sarti Savile Row hanno vestito non solo tutti i famosi, ma anche tutti quelli che volevano distinguersi per quel mix speciale fatto di eleganza ed eccentricità, uomini e donne. L´elenco dei clienti dei sarti di Savile Row è lunghissimo: il Duca di Windsor, Sir Winston Churchill, Fred Astaire, Cary Grant. E oggi i Principi William e Harry e tutti i Reali d´Inghilterra, il Sultano dell´Oman, Mick Jagger, Spike Lee, Tom Ford, David Beckham, Brad Pitt, Pete Doherty.
La mostra The London Cut è un momento storico decisivo per le attività imprenditoriali di Savile Row. Per la prima volta le principali case sartoriali londinesi (le case storiche e i giovani sarti) si sono unite nel Savile Row Bespoke Group, per promuovere e far conoscere l´arte della sartoria inglese, la sua esclusività e qualità e lo spirito assolutamente contemporaneo, in tutto il mondo. E Pitti Uomo è stato scelto come palcoscenico internazionale per rappresentare lo stile e l´eccellenza della Row.


The London Cut. Savile Row Bespoke tailoring è una mostra, un libro, uno showcase


LA MOSTRA
La mostra, curata da James Sherwood su progetto di Luca Trevisani, sarà allestita in una parte della Galleria d´Arte Moderna di Palazzo Pitti poco nota al grande pubblico, gli Appartamenti della Duchessa di Aosta: stanze private quasi domestiche, arredate in stile impero e rimaste intatte da quando furono lasciate dalla Duchessa.
La mostra vuole celebrare non solo i grandi fondatori della sartoria su misura, ma vuole anche far conoscere la nuova generazione di sarti che hanno il loro quartier generale a Savile Row.
L´arte di Savile Row, con due secoli di storia alle spalle, ha tuttora un posto importante nel mondo contemporaneo. Il fatto su misura, tornato alla ribalta, anche grazie ai tanti designer di moda che hanno creato nelle loro collezioni uomo una linea su misura, continua a essere ancora oggi sinonimo di indiscussa eleganza. Un presente, tra l´altro, che vede, per la prima volta, i sarti uniti per proteggere non solo la loro arte ma anche la sopravvivenza dei loro laboratori, minacciati dall´incredibile aumento dei prezzi degli immobili.
La storia di Savile Row sarà raccontata da abiti, livree e uniformi provenienti dagli archivi dei più prestigiosi marchi: Henry Poole, Gieves & Hawkes, Ede & Ravenscroft, Anderson & Sheppard, Huntsman, Kilgour, Welsh & Jefferies e Dege & Skinner. Oltre alla sartoria, la mostra presenterà alcuni accessori su misura creati dai più grandi marchi inglesi di St. James´s e Jermyn Street: Lock the Hatter, John Lobb, Swaine Adeney Brigg, Hilditch & Key, Gorge Cleverley e Turnbull & Asser
Ciascun sarto taglierà un abito ispirato a uno dei suoi clienti icona per dimostrare come la migliore sartoria non abbia tempo. Henry Poole, il fondatore di Savile Row rifarà la giacca da sera blu notte inventata per Edoardo VII quando era ancora Principe del Galles nel 1865. Anderson & Sheppard riproporranno i blazer di tweed dalle spalle morbide e i pantaloni di flanella confezionati per Fred Astaire, mentre Kilgour riproporrà l´abito creato per Cary Grant per il suo North by Northwest.
Accanto ai sarti storici guadagneranno la scena anche i nuovi interpreti del "london cut" come Ozwald Boateng, Richard James, Spencer Hart, Richard Anderson e Timothy Everest che ricreeranno gli abiti su misura di Robert de Niro, The Kaiser Chiefs e Pete Doherty, mentre gli indipendenti Mark Powell, Henry Rose, John Pearse e Edward Sexton evocheranno le icone di The Row come Tommy Nutter, Madonna e i Rolling Stones.




IL LIBRO
Il libro a cura di James Sherwood, il primo in italiano sull´argomento, contiene una serie di interviste ai sarti di Savile Row e un ricco apparato iconografico. Racconta non solo la storia di oltre due secoli di indiscussa eleganza, ma anche la contemporaneità di uno stile che a tutt´oggi rappresenta la haute couture maschile. Uno stile di cui si nutre la moda stessa: Ralph Lauren, Gianni Versace, Calvin Klein e Tom Ford sono e sono stati clienti della celebre strada, come Stella McCartney e Alexander McQueen che hanno fatto la loro gavetta nella Row.
Il libro è il quinto della collana Mode, diretta da Maria Luisa Frisa, coedizione Fondazione Pitti Discovery e Marsilio.

SHOWCASE
Villa Vittoria
Durante i giorni di Pitti Uomo alcuni dei sarti di Savile Row presenteranno i loro abiti, rigorosamente bespoke e le loro collezioni negli spazi di Villa Vittoria. Sarà un´occasione unica per vedere e conoscere l´eccellenza del made in London e dell´arte della sartoria.

I SARTI:
Anderson & Sheppard, Chittleborough & Morgan, Davies & Son, Dege & Skinner, Douglas Hayward, Ede & Ravenscroft, Edward Sexton, Gieves & Hawkes, Hardy Amies, Henry Poole & Co, Henry Rose, AJ Hewitt, Huntsman, John Pearse, Jsen Wintle, Kilgour, Mark Powell, Maurice Sedwell, Norton & Sons, Ozwald Boateng, Richard Anderson, Spencer Hart, Richard James, Timothy Everest, Tony Lutwyche and Welsh & Jeffries.


_James Sherwood è giornalista di moda per The International Herald Tribune, The Financial Times, The Independent, fashion correspondent per la BBC
_Luca Trevisani, artista. Il suo lavoro si sposta tra scultura, video, foto e installazioni

Nicoletta Curradi





------------------------------------------------------
Perdi 2 Taglie in 60 Giorni con Perdi Peso Cerotto! Clicca qui
http://click.libero.it/webnation21nov06


blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl