PICCHI (FI): La Sinistra non cononosce la democrazia, un esempio il CGIE

PICCHI (FI): La Sinistra non cononosce la democrazia, un esempio il CGIE"La sinistra ha ancora una volta dimostrato il suo attacamento alle poltrone e la totale chiusura alla partecipazione democratica dell'opposizione".

07/dic/2006 09.10.00 Guglielmo Picchi Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
"La sinistra ha ancora una volta dimostrato il suo attacamento alle poltrone e la totale chiusura alla partecipazione democratica dell'opposizione". Così l'On. Guglielmo Picchi di Forza Italia commenta quanto avvenuto alla assemblea plenaria del CGIE ieri in cui la sinistra ha portato a casa tutte le cariche del comitato di presidenza senza concederne alcuna all'opposizione - ma maggioranza degli italiani. "E' scandaloso l'atteggiamento totalitario e antidemocratico dei sinistri del CGIE. Anche nel comitato di presidenza della Camera dei Ceputati l'opposizione ha 12 membri su 25, nel CGIE nemmeno uno su 17. Oggi pertanto per protesta non parteciperò ai lavori in segno di dissenso e condanna. L'emigrazione non appartiene alla sinistra che l'ha mal gestita fino ad ora e inoltre il CGIE non deve essere il luogo per dare il contentino a tutti quelli che non sono stati eletti alle elezioni politiche. Faccio i miei complimenti agli esponenti del centrodestra che hanno compatti votato per i candidati di bandiera. Sono prove tecniche di partito delle libertà. Uniti animo avanti divisi perdiamo".
 
 
Jacopo Bianchi
Portavoce On. Picchi
+393397139078
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl