NEWS: A "EIRENE" Foglio di cultura di PACEdi ANDRIA(Bari) si parla dell' Impegno della cantautrice di Pace Agnese Ginocchio( di Caserta)

09/dic/2006 19.10.00 redazione Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

" EIRENE "

 

A “EIRENE” Foglio di cultura di PACE (supplemento al Bollettino di Informazione Comunale

Direttore resp.: Vincenzo Rutigliano ) e progetto realizzato dall’ Assessorato alla Istruzione e alla Formazione del comune di Andria (Bari) in collaborazione con la Sezione di PEDAGOGIA INTERCULTURALE dell’ Università di BARI, si parla dell’ Impegno della cantautrice di Caserta AGNESE Ginocchio , che fa della sua musica un mezzo per diffondere la cultura della Pace.

 Il Foglio EIRENE è stampato in 3000 copie, ed è distribuito in forma GRATUITA presso tutte le Istituzioni Scolastiche di Andria, dell’Università di Bari e di alcune librerie di Andria,Trani e Bari.

 

******************

 

                   Il link di collegamento per leggere l’intero foglio ( formato pdf) è: http://www.comune.andria.ba.it/Eirene/Eirene_10.pdf 

 

Di seguito riportiamo una parte dell’articolo del giornale  tratto da pagina 14 del N° 10 di Dicembre 2005. Argomento: “Note e Pellicole di Pace”

 

*****************

“La musica, espressione dell’animo umano non può non cantare la pace, cercata da sempre e da

ogni uomo. Dalla musica classica a quella moderna, leggera,rock, country, jazz, pop, etc. si sono elevate note di pace contro le guerre di tutti i tempi.

Un sopravissuto di Varsavia di Arnold Schonberg condanna lo sterminio antisemita; il Corale in Germania nel ‘500-‘600 esprime il desiderio di pace dell’uomo; l’Inno alla gioia, testo di von

Shiller e musica di L.van Bethoven propone un messaggio di pace e di fratellanza.

La struggente War Requiem di Britten, insieme alle parole del poeta Owen ( ed. Gardiner), suonano

per le vittime della guerra in Yugoslavia e sono un grido profondo, radicale contro la guerra.

Masters of War di Bob Dylan é un altro urlo di pace formidabile contro i “maestri” della guerra

in Vietnam e di confronto planetario tra guerra e nonviolenza. Il suo inno però più conosciuto fu

Blowin in the wind, cantato con grazia ed emozionanti suggestioni un po’ da tutti i folksingers figli spirituali e musicali di Woody Guthrie Pete Seeger (il maestro cantautore dell’altro inno Where have all the flowers gone), ma soprattutto dai coerenti militanti Joan Baez e Peter

Paul e Mary. Erano gli anni nei quali il poeta e voce roca dei New Christy Minstrell, Barry, cantava

“Eve of distruction”. Ai tempi della guerra d’Algeria venne alla ribalta

Le deserteur del cantautore poeta francese Boris Vian: lettera di una obiezione di coscienza al suo

presidente, che ha ispirato il cantautore italiano Francesco De Gregori con la canzone Generale,

e poi ancora il cantante italiano Ivano Fossati. Noi non ci saremo fu il canto-obiezione di

Francesco Guccini trasformato in un vero e proprio piccolo epos musicale dai Nomadi.

E se oggi Joan Baez ancora canta contro la guerra in Iraq, come appena ieri è andata a cantare in

Cambogia, per Solidarnosc, sotto le bombe a Sarajevo, gli U2 dal loro famoso album War agli

ultimi due All That you can leave behind, e Houto dismantle an atomic bomb, continuano a

cantare per la pace con canzoni come Peace on Earth, Yahweh, Love&Peace os Else.

Certo dovremmo ricordare All you need is love dei Beatles, e Give Peace a Chance di Lennon,

e la drammatiche canzoni dei Pink Floyd.

E ancora. Grandiosa è la Messa per la pace richiesta dalla commissione Justitia et Pax (pare anche con la benedizione personale di Paolo VI ) nel 1969 alla pianista e compositrice jazz Mary Lou Williams Patrick, messa poi eseguita in settanta tra chiese e sedi associative. Oggi si può trovare sotto il titolo Mary Lou Mass, prima messa jazz della storia.

 

Sorprendente è la musica grintosa della cantautrice di Caserta Agnese Ginocchio, che innestandosi

nella tradizione delle folksingers, si impegna a diffondere una cultura della pace attraverso il

canto e la musica.(www.agneseginocchio.it) Insomma un bagno di pace nella musica, che dà

energia, incoraggia, dà forza perché gli animi umani non si stanchino mai di cantare, urlare,

lottare per un ‘Bene’ universale qual è la Pace”.

 

**********“EIRENE”**********

del Comune di ANDRIA

Di seguito si riportano i nomi dei  Docenti ed Istituzioni scolastiche del Comitato di Redazione in collaborazione con la Sezione di PEDAGOGIA INTERCULTURALE dell’ Università di BARI, che hanno collaborato alla stesura del Foglio.

Docenti: Grazia ASSELTA / Rita AVANTARIO / Lella BUONVINO / Apollonia CALVI / Antonella CAPURSO / Paola COLAROSSI / Angelica CURCI /

Maria Concetta DELLE NOCI / Leo FASCIANO / Tina GUGLIELMI / Annunziata LAGANÁ / Cetti LEONETTI / Angela MARTIRADONNA /

Mariateresa NATALE / Michele PALUMBO / Sabina PISTILLO/ Gabriella SANTOVITO / Anna Maria SERGIO /

Maria Pia SCALTRITO / Rosa SCALTRITO / Paola TAVERNINI / Porzia VOLPE / Rosa VOLPE/.

 

**********

 

EIRENE é strumento delPIANO DI OFFERTA FORMATIVA

Le Istituzioni Scolastiche:

Scuole Primarie: I Circolo OBERDAN (gestione amministrativa) / III Circolo IMBRIANI

V  Circolo VERDI / VII Circolo COTUGNO / VIII Circolo ROSMINI /

Scuole Secondarie di I grado: I Gruppo VACCINA / V Gruppo CAFARO / VI Gruppo SALVEMINI

Liceo Classico C. TROJA / Liceo Scientifico NUZZI

IPSIA ARCHIMEDE / IPSSCT R. LOTTI.

 

**********

In collaborazione con la Sezione di PEDAGOGIA INTERCULTURALE dell’ Università di BARI

 

 

Note: " La cantautrice della Pace Agnese Ginocchio(*)consapevole che senza la cultura di Pace non ci sarà mai futuro, RINGRAZIA l' intero COMITATO di REDAZIONE del foglio di cultura di Pace  "EIRENE", di Andria (Bari) per aver dato 'Voce' alla Pace ed aver così ospitato la storia del proprio Impegno di cantautrice per la Pace sul medesimo bollettino ed augura al direttore Vincenzo Rutigliano, come al comitato di redazione, una lunga e prospera carriera professionale, affinché continuino ad essere 'voci' e strumenti di comunicazione e di informazione a servizio della cultura di Pace, tanto necessaria in questo momento critico della storia che viviamo. Cultura che va diffusa  e sviluppata dappertutto, ma in special modo nelle scuole, per la formazione e l'educazione dei discenti".

 

( * )Agnese Ginocchio è originaria dell' Alto casertano ( Alife )

 

[ News diffusa da redazione Movimento per la Pace, coordin. prov.Info: www.agneseginocchio.it  ]

 

 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl