Le frontiere dell'energia in Toscana.

La Commissione Territorio e Ambiente del Consiglio Regionale della Toscana, in collaborazione con la Giunta Regionale, ha promosso 4 giornate di convegno sui servizi pubblici locali in Toscana.

15/dic/2006 08.30.00 Nicoletta Curradi Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
La Commissione Territorio e Ambiente del Consiglio Regionale della Toscana, in collaborazione con la Giunta Regionale, ha promosso 4 giornate di convegno sui servizi pubblici locali in Toscana. Dopo i convegni dedicati al tema dei rifiuti, dell'acqua e dei trasporti, l'appuntamento del 14 dicembre, dall'eloquente titolo "Via col vento", ha approfondito le problematiche legate al settore dell'energia. Tra i numerosi relatori gli Assessori Artusa e BRena, il Presidente della Commissione Territorio e Ambiente, Erasmo D'Angelis e molti esponenti del settore e dei sindacati. IL tema dell'energia si pone oggi di fronte ai paesi più sviluppati e a quelli in via di sviluppo come uno dei temi centrali. La dipendenza dai combustibili fossili è quasi totale e si stima che oggi solo il 10 % dell'energia mondiale viene da energie rinnovabili. L'impennata storica del prezzo del petrolio ha preso tutti alla sprovvista: sembra finita l'era dell'energia a basso costo e facile per tutti. I paesi del mondo devono cimentarsi con la nuova sfida ed anche la Toscana deve fare la sua parte per mantenere più basso il consumo di energia, attraverso lo sviluppo sostenibile, la competitività e la suicurezza dell'approvvigionamento. Occorre pertanto rivedere il PER, Piano Energetico Regionale,, adottato nel 2000 per tener conto dei nuovi fattori, come la necessità di calmierare il costo dell'energia. Ben vengano quindi le risorse fotovoltaiche, l'energia solare, l'idrogeno, le biomasse, l'idroelettrico, il gas naturale....

NIcoletta Curradi


blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl