Comunicato LAV. CIRCO, ASL MILANO NEGA SPETTACOLI CON ANIMALI A CIRCO DI BARCELLONA. LAV SODDISFATTA CHIEDE CONTROLLI IN TUTTI I CIRCHI E UNA LEGGE CHE VIETI USO DI ANIMALI.

CIRCO, ASL MILANO NEGA SPETTACOLI CON ANIMALI A CIRCO DI BARCELLONA.

01/gen/2007 19.56.00 LAV - Ufficio Stampa nazionale Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

 

Comunicato stampa LAV

 

CIRCO, ASL DI MILANO NEGA AL CIRCO DI BARCELLONAL’AUTORIZZAZIONE A EFFETTUARE SPETTACOLI CON ANIMALI.

LA LAV: PLAUSO ALLA DECISIONE DELLA ASL, VIGILARESULL’APPLICAZIONE DEL DIVIETO. OPPORTUNI CONTROLLI SUI CIRCHI IN ITALIA,NECESSARIA UNA LEGGE CHE VIETI L’USO DI ANIMALI.

 

LaAsl di Milano ha negato al Circo di Barcellona, a Milano da alcuni giorni,l’autorizzazione a effettuare spettacoli con animali. La decisione èstata presa in seguito ai controlli compiuti dai Veterinari del Servizio diSanità animale e di Igiene veterinaria della Asl, e dopo che la LAV di Milanoaveva richiesto controlli accurati sullo stato degli animali e sulla regolaritàdella documentazione.

IlServizio veterinario Asl ha rilevato la mancanza della seguente documentazione:

 

  1. autorizzazione prefettizia alla detenzione di  animali pericolosi;
  2. certificazione CITES (Convenzione sul commercio internazionale delle specie animali e vegetali in via di estinzione, firmata a Washington il 3.3.1973) per tre tigri;
  3. documentazione identificativa per due cavalli;
  4. cartelle cliniche degli animali;
  5. registro di carico e scarico degli animali;
  6. piano di alimentazione, di pulizia e disinfestazione;
  7. modalità di smaltimento delle deiezioni;
  8. attestazione della formazione del personale;
  9. valutazione del veterinario curante su gabbie, alloggi, mezzi di trasporto e modalità di manipolazione degli animali;
  10. descrizione della tipologia degli spettacoli in cui sono utilizzati animali.

 

IlCirco di Barcellona, arrivato a Milano nei giorni precedenti il Natale e chedovrebbe rimanere fino al 28 gennaio, potrà mettere in scena solo numeri chenon prevedano l’uso di animali, a meno di non presentare tutta ladocumentazione necessaria.

 

Esprimiamo la nostra soddisfazione per ilprovvedimento, ma invitiamo gli organi competenti a vigilare affinché taledivieto sia rigorosamente rispettato”, dichiara Giacomo Ferrara, responsabile LAV di Milano eprovincia.

 

LaLAV di Milano chiede, inoltre, che sia revocata l’autorizzazioneall’attendamento del Circo di Barcellona, ai sensi dell’Art. 16 delRegolamento Comunale di Tutela degli Animali (Approvato dal Consiglio Comunalein data 10.10.2005 con deliberazione n. 57/2005 divenuta esecutiva dal 21.11.2005)che rispetto agli “Spettacoli vietati” recita: “Fermo restando quanto disposto dalla legislazionevigente in materia di tutela contro il maltrattamento degli animali, sonovietati gli spettacoli che causino agli animali stress inutili, forti e/oprolungati, o che comportino sollecitazioni eccessive da parte delpubblico.(…) E’ vietata la realizzazione di Zoo, mostre zoologicheitineranti, mostre mercato e zoo safari che utilizzino animali appartenenti aspecie selvatiche ed esotiche”.

 

LaLAV ricorda infatti che, sebbene gli animali del Circo di Barcellona nonpossano essere utilizzati durante le esibizioni, restano comunque detenutinello zoo del Circo, presso il quale potrebbero essere ammessi dei visitatori,e fa presente il potenziale rischio sanitario per la salute degli spettatori,laddove questi venissero in contatto con gli animali durante una di questevisite, stante la mancanza della documentazione sanitaria prevista. Inoltre, siritengono opportuni rigorosi controlli presso tutti i circhi presenti sul territorionazionale, nell’interesse degli animali, dei cittadini e della legalità.

 

L’auspicioè che in questa legislatura si arrivi finalmente all’approvazione di unalegge che vieti l’uso di animali nei circhi e in altri spettacoli, comesollecitato dalla LAV attraverso il “Piano nazionale per i diritti deglianimali” presentato dalla nostra Associazione a Governo e Parlamento, eche integra gli impegni presi per la tutela degli animali scritti a pag. 153del programma “Per il benedell’Italia” con cui l’attuale maggioranza diGoverno si è presentata alle elezioni.

 

27.12.2006

UfficioStampa LAV Sede nazionale tel. 06.4461325 – Barbara Paladini 329.0398535 www.lav.it

LAVMilano e provincia tel. 339.5948913 – lav.milano@infolav.org

www.lav.lombardia.it

 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl