chiusura terza edizione PREMIO TOTÒ

05/gen/2007 10.30.00 Lp.comunication Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
POMPEI - È stato Francesco Cicchella, da Casoria, a ricevere dalle mani di
Liliana de Curtis la prestigiosa statuetta del maestro Ferrigno. Ma il
giovanissimo imitatore, di origini pugliesi e vissuto tra Afragola e
Casoria, con il suo Giampierone nazionale ma soprattutto con Massimo Troisi
non solo ha vinto il premio Totò, ma ha conquistato anche i consensi del
pubblico. Il bipremiato Francesco, 16 anni, studia al liceo classico
dell'istituto polispecialistico "Gandhi", sempre nella città di padre
Lodovico, ed era stato iscritto alla gara dal suo docente di latino e greco,
il professor Antonio d'Addio.
Il premio della critica - quello decretato dai giornalisti - è andato a
Cristiano e Ivan, duo di comici teatrali napoletani, che hanno rappresentato
un'improbabile coppia di professionisti del calcio: un allenatore e un
giovane che questi vuole a tutti i costi far diventare un portiere.
Il premio miglior testo è andato a Sergio Silvestri, arrivato dal lago
Maggiore ma di origini napoletane, con uno sketch... sua sua suocera. Mentre
dalla Capitanata, ed esattamente da San Severo, arrivava il premio miglior
interpretazione: Antonello Gallucci, giovanissimo imitatore che ha aperto
con Costanzo e chiuso con Luca Giurato, passando per Valentino Rossi.
Dieci i concorrenti che si sono sfidati a colpi di gag: gli altri sono Maria
Giovanna Trisciuzzi da Bari, Ugo Crispino da Ercolano, Gi.No. e Michele da
Qualiano, Rocco Palazzo da Formia, Emanuele Bianchi dal borgo toscano di
Guardistallo e i Succhi gastrici da Civitella Roveto, in Abruzzo.
Le esibizioni sono state alternate dal premio speciale Totò alla carriera a
Nino d'Angelo, e da un ennesimo sfogo di Peppino Cardamone, giovane in
pensione, di Paolo Caiazzo, a cui è andato il premio speciale Totò alla
comicità. Un premio speciale è stato conferito anche a Vincenzo Coppola,
direttore di Canale 9, ideatore della fortunatissima trasmissione
"Telegaribaldi". Ed è su Canale 9 che lo spettacolo andrà in onda, nel
giorno e nell'orario che vi faremo sapere al più presto.
In rappresentanza delle istituzioni sono intervenuti Claudio d'Alessio,
sindaco di Pompei, e il consigliere provinciale Giuseppe Tortora.
La giuria di qualità, presieduta da Liliana de Curtis, era composta da Tina
Piccolo, Piero Pacchiarotti, Annamaria Ruffa e Raffaele Sorrentino.
Sono intervenuti, tra gli altri, il maestro Gino Accardo e lo stilista
Serafino. La storica conduttrice Teresa Ciardi è stata affiancata dall'abile
mattatore Gianni Simioli. Il tutto per la regia di Pio Pinto, mentre la
regia televisiva è stata curata da Massimiliano Fieno. Assistente di palco
l'incantevole Angela Salzano.
L'evento è stato trasmesso in diretta da Radio Club 91 con la cronaca di
Angelo Grieco.


UFFICIO STAMPA CABARET FESTIVAL PREMIO TOTÒ ALLA COMICITÀ
Amedeo Francesco Mosca - tel. 3472210103
e-mail amedeofrancesco.mosca@gmail.com

La casella da cui proviene il presente comunicato non è abilitata a ricevere
messaggi. Chi fosse interessato a ricevere una copia della cartella e altro
materiale è pregato di contattare l'addetto stampa.

In alcuni dei prossimi comunicati invieremo delle foto; Vi preghiamo di
segnalarci se non gradite ricevere allegati nei messaggi e-mail oppure di
fornirci un altro indirizzo se la casella su cui avete ricevuto la presente
li filtra automaticamente.

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl