Legge elettorale: PICCHI (FI) la riforma deve includere anche la legge per l'estero

Legge elettorale: PICCHI (FI) la riforma deve includere anche la legge per l'estero "Nella discussione della nuova legge elettorale deve essere affrontato e risolto anche il nodo delle elezioni nelle circoscrizioni estere.

10/gen/2007 12.49.00 Guglielmo Picchi Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
"Nella discussione della nuova legge elettorale deve essere affrontato e risolto anche il nodo delle elezioni nelle circoscrizioni estere. Dobbiamo infatti evitare quanto accaduto sia nello scrutinio di Castelnuovo di Porto in cui ci sono state palesi irregolarità sia nella fase precedente di spedizione e raccolta dei plichi elettorali da parte dei consolati". Così l'On. Guglielmo Picchi di Forza italia interviene sul dibattito di riforma della legge elettorale. "Il paese è unico e quindi non dobbiamo avere differenti leggi elettorali per il parlamento fatto salvo quanto previsto dalla costituzione. Non credo comunque che il istema a doppio turno alla francese sia terreno possibile di confronto. Una legge fatta per favorire solo il centrosinistra non è da noi ricevibile".
 
 
Jacopo Bianchi
 
Ufficio stampa On. Picchi
 
+39 339 71 39 078
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl