Fotovoltaico: riconosciuto adeguamento Istat

10/gen/2007 15.00.00 Pro-Motion Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
 

Interessati oltre 9000 nuovi impianti di energia pulita

FOTOVOLTAICO: SARA' RICONOSCIUTO L'ADEGUAMENTO ISTAT

L'annuncio di Gse dopo la vittoria del ricorso presso il Tar della Lombardia

Sarà riconosciuto l'adeguamento Istat a tutti coloro la cui domanda per l'installazione di impianti fotovoltaici è stata accolta.

Lo annunciano i legali dello
Sportello Giuridico Legislativo dell’Ambiente che hanno seguito la vicenda.

Nell'ottobre scorso il Tar della Lombardia ha accolto il ricorso promosso dai cittadini contro lo Stato per lo sviluppo delle energie alternative, pulite e rinnovabili. In quindici da tutta Italia avevano presentato ricorso a poche settimane dalla pubblicazione del decreto del Ministero delle Attività produttive e del Ministero dell’Ambiente del 6 febbraio 2006, che aveva modificato quello del 28 luglio 2005 rendendo di fatto poco conveniente installare impianti fotovoltaici per la produzione di energia dal sole e non riconoscendo neanche l'adeguamento all'Istat.

Più di 9000 persone in tutta Italia si erano infatti viste variare le condizioni incentivanti rendendo di fatto il fotovoltaico un dispendioso investimento non così appetibile e remunerativo.

Ora Gse, il gestore della rete di trasmissione nazionale, ha annunciato che proprio in seguito al ricorso - presentato e vinto attraverso lo studio legale fiorentino Cnttv - sarà riconosciuto a tutti l’adeguamento Istat sulle tariffe incentivanti.

Nella sua comunicazione ufficiale - spiegano gli avvocati Alessandro Tarducci e Iacopo Tozzi dello studio legale Cnttv di Firenze - il Gse conferma di voler applicare l’aggiornamento Istat a tutti coloro che hanno avuto accesso alle tariffe incentivanti. Dall’altra anticipa, come comprensibile, l’intenzione di ricorrere in appello contro la sentenza del TAR Lombardia. Attendiamo ulteriori sviluppi. Intanto tutti coloro che stanno per sottoscrivere la convenzione con GSE potranno beneficiare dell'adeguamento Istat”.

Riteniamo a questo punto importante prendere in considerazione, da parte di tutti coloro che sono interessati al Conto Energia e che dalla sentenza otterranno un indubbio vantaggio, di partecipare numerosi all'eventuale giudizio innanzi al Consiglio di Stato in modo da rafforzare la posizione sostenuta dai ricorrenti e confermata dal TAR Lombardia”.

Segue comunicazione ufficiale del Gse



Informazioni: SGLA - Sportello Giuridico Legislativo dell’Ambiente sportello@studiolegalecnttv.191.it



Per contatti, documenti, interviste
Ufficio stampa Pro-Motion

Joselia Pisano
Telefono 055 582428
Cellulare 340 3669793

staff@pro-motioneventi.it ; redazione@pro-motioneventi.it

Telefono 338 7593538 - 338 1026566

 

Comunicazione ufficiale del Gse

A seguito del ricorso n. 1151/2006, il TAR per la Lombardia, con sentenza n. 2125/2006 del 18 ottobre 2006 notificata al GSE in data 22 novembre 2006, ha parzialmente annullato l’art. 8.1 del DM 6.2.2006 sul "conto energia", per la parte riguardante l'applicabilità dell'aggiornamento ISTAT.
La norma in oggetto limitava, con effetto retroattivo a valere sulle domande pervenute al GSE fino al 15 febbraio 2006, l'applicabilità dell’aggiornamento ISTAT alle sole tariffe incentivanti di cui alla lettera b) dell'art. 5, comma 2, e dell'art. 6, commi 2 e 3, DM 28.7.2005, escludendo quindi quelle di cui alla lettera a) ("impianti la cui domanda è stata presentata nel 2005 e nel 2006").
A seguito di tale decisione il GSE procederà in tempi brevi - nei confronti delle domande di ammissione agli incentivi inoltrate fino al 15 febbraio 2006 - a ricalcolare le tariffe incentivanti, riconoscendo un adeguamento dell'1,7% (*) a partire dal 1° gennaio 2006, e a effettuare gli opportuni conguagli per le somme già erogate.
Resta salvo e impregiudicato il diritto del GSE di effettuare i necessari recuperi, laddove il Consiglio di Stato, innanzi al quale la citata sentenza del TAR Lombardia è stata impugnata, dovesse riformarla.

(*) tasso di variazione annua, riferito ai dodici mesi dell’anno precedente, dei prezzi al consumo per le famiglie di operai ed impiegati rilevati dall'ISTAT

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl