Comunicato Mostra "Il Bisonte agli Uffizi" 6/10 - 1/11

01/ott/2003 12.58.38 Utente Non Registrato Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.


IL BISONTE AGLI UFFIZI
vent’anni della scuola internazionale di grafica d’arte

inaugurazione lunedì 6 ottobre - ore 12.00 

Galleria degli Uffizi - San Pier Scheraggio
Orario: da martedì a domenica: 10.00-17.00, chiuso lunedì
La mostra rimarrà aperta fino al 1 Novembre

E’ ormai tradizione che i “compleanni” del Bisonte si festeggino agli Uffizi: nel 1999, nella sala delle regie Poste, furono esposte, per i quarant’anni della Stamperia, opere appartenenti alla collezione storica, adesso, per i vent’anni della Scuola Internazionale di Specializzazione per la Grafica d’Arte, la sala di San Pier Scheraggio ospita i lavori di alcuni tra quanti - attraverso due decenni - hanno studiato e lavorato nei locali delle ex scuderie del Palazzo Serristori, in San Niccolò.

        Anna Maria Petrioli Tofani - direttrice della Galleria degli Uffizi - ha voluto ricordare, nel saluto che apre il catalogo della mostra dedicata alla Scuola - come Maria Luigia Guaita avesse donato al Gabinetto Disegni e Stampe degli Uffizi mille fogli che documentano quasi l’intera attività della Stamperia: da quel gesto - era il 1987 - nacque fra le due istituzioni fiorentine “un legame molto speciale” che conserva ancor oggi la sua vitalità.

        Grazie a questo rapporto privilegiato, gli allievi appena diplomati, quelli ancora in corso e una selezione di ex allievi rimasti attivi nel settore specifico delle tecniche incisorie, hanno avuto l’onore - perché in questo caso, di onore si può parlare - di esporre i propri lavori - una cinquantina - negli spazi della chiesa sconsacrata di San Pier Scheraggio. I Maestri che hanno insegnato o insegnano tuttora, come Rodolfo Ceccotti, Manuel Ortega, Vincenzo Burlizzi, Swietlan Kraczyna, si sono astenuti dal mostrare le proprie opere, perché fosse la Scuola - solo la Scuola - a rappresentare la propria attività.

        Toni Pecoraro, Sandro Bracchitta, Maurizio Olivotto, Simona Lombardi, Chiara Giorgetti, Giovanni Turria - tutti premiati in concorsi nazionali e internazionali - il giapponese Masahiro Kurita, il montenegrino Aleksandar Duravcevic, gli irlandesi Joy Gerrard e Tom Phelan e la croata Kristina Restovic, nomi conosciuti nel mondo della grafica d’arte, ben rappresentano il percorso didattico del Bisonte, imperniato sulla conoscenza delle esperienze del passato come sull’attenzione alle diverse fasi del lavoro manuale, nella piena libertà delle scelte artistiche e individuali.

        Fra i neo diplomati di quest’anno - che è stato particolarmente fruttuoso - oltre agli italiani Giacomo Miracola, Silvia Papucci e Bianca Wolkenstein Braccini, il segno dei quali rivela una solida traccia di individualità e competenza, si segnalano per eleganza e sensibilità le giapponesi Takako Chiba, Noriko Hirata, Rika Ishibashi, Naoko Hishitani, Asako Nomura e Haruna Yajima. Si ricordano inoltre la svizzera Elisabetta Corti per la forza impressa al ritratto e la tedesca Dorothea Koch per il modo di recepire la tradizione espressionista.

        Il catalogo - oltre alla riproduzione delle opere esposte e ad una nota biografica di ciascun artista - contiene un saggio di Antonio Natali, una relazione di Lucia Bassignana e il saluto diAnna Maria Petrioli Tofani che è anche un ringraziamento a Maria Luigia Guaita fondatrice e guida tenace della Stamperia e della Scuola.
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl