FORTEZZA DA BASSO, FORZA ITALIA: LA GIUNTA NON PERDA LE POCHE MANIFESTAZIONI RIMASTE A FIRENZE

23/feb/2007 09.49.00 Guglielmo Picchi Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
FORTEZZA DA BASSO, FORZA ITALIA: LA GIUNTA NON PERDA LE
POCHE MANIFESTAZIONI RISMASTE A FIRENZE"

"Dal mese di luglio abbiamo denunciato l'assenza di
autorizzazioni dei padiglioni della Fortezza da Basso e a
distanza di otto mesi, solo oggi la giunta comunale
fiorentina firma "una concessione per l'utilizzo delle
strutture" che proprio ieri sono state sequestrate con tanto
di sigilli dalla Procura della Repubblica con l'iscrizione
di due indagati rappresentanti di Firenze Fiera Spa
società che gestisce la Fortezza da Basso. Questo dimostra
- hanno dichiarato l'onorevole Guglielmo Picchi e il
consigliere Comunale di Forza Italia Jacopo Bianchi il
completo disinteresse del Sindaco di Firenze Domenici per le
manifestazioni fieristiche e il prestigio della città.
La sinistra ha quindi messo in evidente crisi le
manifestazioni come Pitti che si sono tenute alla Fortezza
da Basso, lo scorso gennaio, con l'assenza di autorizzazioni
per otto padiglioni espositivi. Cosa ne sarà
dell'imminente manifestazione "Salone del mobile" che attrae
circa 108 mila visitatori e che è prevista per Sabato 3
marzo ma che necessità della disponibilità, già da
Lunedì, di tutti i locali compresi quelli sigillati dalla
procura della Repubblica ?
Fa sorridere che per l'apertura di Pitti Immagine Uomo il
ministro Rutelli si sia presentato alla presentazione
dell'ultima edizione di Pitti Immagine quando i locali che
è andato a visitare non avevano le autorizzazioni per
essere aperti al pubblico. Il modus operandi dell'amministrazione
del Sindaco Leonardo Domenici che è anche Presidente
dell'Anci, denota anche di non valutare affatto il danno
economico alla città e agli operatori che potrebbe essere
causato dal mancato svolgimento della manifestazione,
nonché le possibili richieste di danni che potrebbero
essere avanzate dagli operatori fieristici al Comune. Senza
le necessarie garanzie siamo sicuri che Firenze riuscirà a
conservare le preferenze espresse dagli espositori anche nel
prossimo futuro ? Risulterebbe che domani la giunta
tratterà affronterà tali questioni anche se senza
l'autorizzazione del sovrintendente ai beni architettonici,
che è temporaneamente assente, padiglioni resteranno
inagibili». Forza Italia invita quindi la città «all'apertura di un
dibattito sul sistema fieristico della
città» rilanciando «l'opportunità di un polo
espositivo decentrato cardine del programma del centrodestra per le prossime
amministrative».

Ufficio Stampa On. Picchi









blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl