PICCHI (FI) Martini sbaglia, No a Primavera del Botticelli a Kyoto

24/apr/2007 16.50.00 Guglielmo Picchi Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

“E’ giusto aprire i tesori artistici e lacultura di Firenze al mondo ed è anche morale trarne un rendiconto economicoper poterli conservare e restaurare. Tuttavia dovremmo puntare non ad inviarequadri preziosissimi all’estero, che devono invece rimanere a Firenze, maad accordi internazionali per sfruttare economicamente il know how e le opereminori di grandi musei come gli Uffizi sul modello di quanto fatto dal museodel Louvre con Abu Dhabi.” Così il deputato fiorentino di Forza ItaliaGuglielmo Picchi commenta le parole che provengono dal Giappone dove il PresidenteMartini ha dichiarato che “sefosse tecnicamente possibile sarebbe un vero scoop per la Toscana e per tuttal'Italia” alla richiesta Giapponese di avere la Primavera del Botticellia Kyoto.  “Gli Uffizi e Firenze potrebberopuntare ad un contratto da oltre 1 miliardo di euro per un accordo inconcessione della durata di 20 anni con un museo a Dubai o nell Qatar. Questo èil modo di portare risorse in Città ed anzi valorizzare tutte le opere minorichuse nei depositi e non depauperandola delle opere più caratteristiche. IlPresidente Martini anzichè fare fund raisingper portare via la Primavera da Firenze, potrebbe piuttosto farsi carico diraccogliere sponsorizzazioni per finanziare la costruzione della facciatamichelangiolesca della Basilica di san Lorenzo a Firenze”.

 

Ufficio Stampa On. Guglielmo Picchi

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl