Napoli. Intervento delle Segreterie Regionali FP-CGIL e FP-CGIL-MEDICI

14/mag/2007 16.00.00 Maria Beatrice Crisci Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

                                                                                                      

CGIL-FP-MEDICI    FederazioneRegionale             

Lavoratori della FunzionePubblica Campania                 

Via Torino 16 – 80142 Napoli

Tel *(081)7856266  - Fax *(081)205911                                                                        

* fp.campania@mail.cgil.it

Napoli, lunedì 14maggio 2007

 

Agli organid’informazione

Comunicatostampa

Napoli. Interventodelle Segreterie Regionali FP-CGIL e FP-CGIL-MEDICI

            Le Segreterie Regionali FP-CGIL eFP-CGIL-MEDICI in merito alla protesta attuata dalle OO.SS.area medica convenzionata della Medicina Generale edella Pediatria ed in considerazione della sottoscrizione da parte delle OO.SS. della SpecialisticaAmbulatoriale del 2° Accordo Integrativo Regionale avvenuto in data 26.04.2007,intendono chiarire e rendere pubblica la propria posizione.

            E’ indubbio che il rinnovo degli AccordiIntegrativi Regionali per tutte le suddette aree della medicina convenzionata rappresenti un obbligo contrattuale alla quale la Regionenon può e non deve sottrarsi ed un diritto esigibile da parte dei medici dellaCampania.

            Ma prima di sottoscrivere qualsiasi accordo regionale la Giunta Regionale avrebbe dovuto dotarsi, così come avviene in altre Regioni,di un Piano Sanitario Regionale e di un atto di programmazione sanitario edeconomico che definisca il modello organizzativo di medicina territoriale delquale la Campaniaintenda dotarsi, nonché la cifra di finanziamento disponibile per il rinnovoeconomico.

            Ma questo purtroppo non è avvenuto, né tanto meno èpossibile ravvisare segni di inversione di tendenza, el’Assessorato alla Sanità continua a perseguire una politica asfittica,fatta di confronti settoriali, che è foriera di ulteriori danni al ServizioSanitario Regionale con ricadute negative sulla organizzazione sanitaria, suimedici e soprattutto sui cittadini della Campania.

            La logica imperante è quella di soddisfare la richiestadi alcune “lobbies” della medicinaconvenzionata, che non collimano con gli interessi della maggior parte deimedici e dei cittadini, e solo successivamente simodella l’organizzazione sanitaria regionale non in una ottica diintegrazione tra le varie figure professionali, ma di compartimenti stagno,acuendo i conflitti e non governando con efficacia il tanto declamato secondopilastro del S.S.N., il territorio, che rimane inCampania una semplice espressione verbale.

E’ in questo contesto che il 26 aprile scorso in Assessorato alla Sanitàè stato sottoscritto il “Secondo Accordo Regionale per la disciplina deirapporti con i medici specialisti ambulatoriali” nonostante da oltre unanno tutte le OO.SS. delladirigenza medica, veterinaria ed S/P/T/A abbiano protestato producendo numerosidocumenti comuni nei quali si ribadiva la netta opposizione alla approvazionedel suddetto accordo

            Il paradosso è che tale sottoscrizione avviene in unmomento di duro confronto tra CGIL-CISL-UIL con la Giunta Regionalee l’Assessorato alla Sanità in merito al Piano di Rientro e così, mentrenell’area della dipendenza si riducono risorse economiche determinatecontrattualmente e si tagliano indiscriminatamente posti di lavoro, dall’altrosi cede alle richieste corporative di alcunespecifiche categorie mediche.

            In questo modo l’Assessore allaSanità continua a perseguire il tentativo maldestro di sostituire personalemedico dipendente con personale convenzionato in servizi che sono peculiaridelle prime.

            La CGILè da tempo che chiede alla Giunta Regionale ed all’Assessore alla Sanitàun confronto di merito sulla organizzazione del S.S.R. dal quale possano scaturire proposte di riordinocomplessivo del sistema salute in Campania riguardante il territorio, con ilrilancio del Distretto Sanitario, l’ospedale, con la retedell’eccellenza, ed il sistema integrato di emergenza sanitaria, elementodi cerniera tra territorio ed ospedale, in una azione sinergica tesa almiglioramento del S.S.R. nell’interesse deicittadini e di tutti i lavoratori della sanità in Campania. 

 

          IlSegretario Regionale FP-CGIL                   Il SegretarioRegionale FP-CGIL-MEDICI

                         Luigi SAVIO                                                           GiosuéDI MARO

 

 

Conpreghiera di cortese pubblicazione e radio-tele-web-diffusione.I giornalisti che volessero richiedere foto in formatojpeg o contattare l’ufficio stampa per ognialtra informazione possono rispondere a questa e-mail.

 

Questo messaggio e-mail, inviato in Ccn a una lista di destinatari,non contiene pubblicità né promozione di tipo commerciale. Coscienti che inviidi posta elettronica indesiderati siano oggetto didisturbo, La preghiamo di accettare le nostre più sincere scuse se la presentenon dovesse essere di Suo interesse. A norma della Legge 675/96 abbiamo reperito il Suo indirizzo e-mail di persona, navigando inrete o da messaggi di posta elettronica che l’hanno reso pubblico. Questomessaggio non può essere considerato spam poiché include la possibilità di essere rimosso daulteriori invii di posta elettronica. Qualora non intendessericevere ulteriori comunicazioni, La preghiamo di inviare una risposta conoggetto: “Cancella”. Grazie.

Ai sensi e per gli effetti del D. Lgs. 196/03, le informazioni contenute in questo messaggioe-mail sono dirette esclusivamente al destinatario, e come tali sono daconsiderare riservate. È vietato pertanto utilizzare il contenutodell’e-mail, prenderne visone o diffonderlo senza autorizzazione. Qualorafosse da Lei ricevuto per errore voglia cortesementerinviarlo al mittente e successivamente distruggerlo.

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl