InCanti & Banchi a Castelfiorentino

InCanti & Banchi si aprirà giovedì 24 maggio con la sfilata de, i Cavalieri di Camporena, rievocazione storica del passaggio da Castelfiorentino di Filippo II Augusto, re di Francia, in viaggio verso Roma per ritirare la corona imperiale dalle mani del Papa.

18/mag/2007 03.30.00 Nicoletta Curradi Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

L’ultima settimana di maggio cantastorie, attori, acrobati, clown e musicisti invaderanno le strade di Castelfiorentino per la 15° edizione del Festival InCanti &Banchi.
La manifestazione, dal sapore antico, pagano e debitamente godereccio, ha saputo in questi anni recuperare la figura dei cantastorie, quelli che una volta andavano di mercato in mercato a raccontare storie di paesi lontani. E quelli di oggi, raffinati chansonnier o rappers che sciorinano fiumi di agguerrita controinformazione a ritmo di rap.
InCanti & Banchi si aprirà giovedì 24 maggio con la sfilata de, i Cavalieri di Camporena, rievocazione storica del passaggio da Castelfiorentino di Filippo II Augusto, re di Francia, in viaggio verso Roma per ritirare la corona imperiale dalle mani del Papa.
Venerdì la manifestazione entrerà nel vivo quando la travolgente “tribù corsara” (a chiamarla come il regista Federico Fellini) riempirà l’aria di racconti, musica e teatro, trascinando il pubblico in un mondo fantastico e pieno di poesia. Tra una risata e un pianto i cantastorie non mancheranno di fare graffianti critiche alla società del giorno d’oggi, immersa nel caos e nel frenetico tram tram quotidiano. In Piazza del popolo, nelle scale della chiesa di San Lorenzo, si potrà ammirare l’insolita esposizione di uno dei famosi quadri viventi del camaleontico performer inglese Chris Channing che riprodurrà, come suo solito con stupefacente veridicità, il celebre dipinto del “Martirio di San Sebastiano”.
La serata di sabato avrà come tema guida la “Città amorosa e gli amori in cerca di equilibrio”.
E che equilibrio! Acrobati e clown eseguiranno appesi ad un filo volteggi spettacolari e mozzafiato. In via Garibaldi Alessandro Gigli, ideatore della manifestazione, in una versione tra un contastorie ed un cartomante, leggerà i tarocchi d’amore. E poi tanta musica e tanti altri spettacoli teatrali.
Nella serata conclusiva di domenica sarà protagonista un “saltimbanco dell’anima” dei giorni nostri, Davide Riondino che interpreterà n Piazza Ulivelli un testo – leggero e comico – scritto da Marco Marchi come omaggio ai testi e alle poesie di Aldo Palazzeschi.
Per tutti i giorni del festival si terrà un mercato dell’antiquariato e dell’artigianato d’arte allestito nella parte antica del borgo e ci saranno stand gastronomici per assaggiare le ottime specialità nostrane.

COME ARRIVARE
In auto
da Firenze: Uscita A1 “Firenze-Scandicci”, immettersi nella Superstrada (SGC) Firenze-Pisa-Livorno, uscire ad “Empoli Ovest” e seguire le indicazioni per
Castelfiorentino

Nicoletta Curradi




Leggi GRATIS le tue mail con il telefonino i-mode™ di Wind http://i-mode.wind.it/
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl