'CARD' TRANSESSUALI, PICCHI (FI) ecco le priorità della sinistra per le famiglie

01/giu/2007 08.10.00 Guglielmo Picchi Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Firenze,1 giugno – “Dopo i DICO, dopo la sistematica denigrazione dellafamiglia e il tentativo di disgregarne il valore come elemento fondante dellasocietà italiana, adesso la sinistra insiste approvando in Toscana le cardtransessuali”. Così l’on. Guglielmo Picchi di Forza Italia commental’iniziativa della regione toscana relativa alla carta pepagata peravviare al lavoro transessuali e transgender. “Anche se comprendiamo chespesso i transessuali sono persone che hanno vissuto gravi sofferenze di naturapsicologica e fisica, non riteniamo giustificato l’utilizzo di questostrumento sia perché si può prestare ad ultilizzi arbitrari sia perché riteniamoil sostegno alla famiglia prioritario. Questo è l’ennesimo elemento di unpiano preordinato dalla sinistra per minare la famiglia, piano ben concordatosia a livello di enti locali che di stato centrale. Credo che la sinistra debbaritornare sui suoi passi ed approvare misure in favore della famiglia”.

 

Ufficio stampa On. Picchi

 

+393397139078

 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl