RWC,_DA_SABATO_I_QUARTI_DI_FINALE_MILLAR,_PRESIDENTE_I?ÿ?iso-8859-1?Q?RB:_"TROPPI_ERRORI_DI_CALENDARIO"

già stata ammessa e riferita dal membro dell esecutivo dell IRB Malcolm Phillips durante il banchetto successivo a Italia-Galles e denunciata dai

Allegati

04/nov/2003 16.16.15 Utente Non Registrato Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

 

Roma, 4 novembre 2003

 

RWC, DA SABATO I QUARTI DI FINALE

MILLAR, PRESIDENTE IRB: “TROPPI ERRORI DI CALENDARIO”

DONDI: “NE RIPARLERO’ ALL’IRB”

Roma - Dunque, è ufficiale: un calendario iniquo non ha permesso all’Italia di scendere in campo contro il Galles, nella sfida decisiva per conquistare il passaggio ai quarti di finali della Coppa del Mondo, nelle migliori condizioni fisiche.

Lo ha dichiarato lo stesso Presidente dell’International Rugby Board Syd Millar alla vigilia dei quarti di finale in programma tra sabato 8 e domenica 9 novembre. La notizia è stata diffusa ieri dall’Agenzia Chilometri, ispirata dal sito Planetrugby.com che continua ancora oggi a ricevere un’enorme quantità di messaggi di protesta da ogni parte del mondo.

Le tante considerazioni sull’ingiusto trattamento riservato all’Italia e ad altri Paesi rugbisticamente emergenti denunciate sia prima che durante i Mondiali dallo stesso Dondi e dal Team manager Marco Bollesan e successivamente  ribadite dal CT azzurro John Kirwan – costretto a “inventarsi” due squadre (Italia 1 e Italia 2) per tentare di limitare i danni di quattro partite racchiuse in soli 14 giorni – non erano dunque ricerche di alibi ma constatazioni di una realtà oggettiva e assurda.

Una realtà che era già stata ammessa e riferita dal membro dell’esecutivo dell’IRB Malcolm Phillips durante il banchetto successivo a Italia-Galles e denunciata dai giornali australiani e dall’autorevole quotidiano inglese The Guardian.

 

Questo il testo dei “lanci” effettuati dall’Agenzia Chilometri:

Primo lancio - Italia, Tonga, Argentina sacrificate sugli altari degli accordi commerciali. L'ammissione è di quelle che contano perché arriva direttamente dal presidente dell'Irb. Syd Millar non ha parlato espressamente di manipolazione del calendario ma della volontà di dare un periodo di riposo superiore alle nazionali di maggior tradizione rispetto alle altre. "Sì, è vero, il sorteggio è stato ingiusto - ha detto - Abbiamo cercato di dare il più riposo possibile guardando anche ai viaggi da sostenere ma abbiamo anche cercato di generare guadagni. Le televisioni vogliono che le partite più importanti vengano giocate a certi orari e noi ci siamo dovuti preoccupare anche di questo". Mentre le nazionali più forti hanno giocato il primo turno in 20 giorni, le più piccole hanno dovuto far fronte ad un calendario molto più compresso. Tonga ed Italia hanno giocato in 14 giorni, l'Argentina ha affrontato l'ultima partita quando l'Inghilterra giocava il suo terzo match. Millar non vede rosa nemmeno per il futuro, vale a dire Francia 2007: "E' impossibile accontentare tutti - ha proseguito - anche perché gli accordi sono già stati firmati". Il presidente dell'Irb si è anche detto molto preoccupato del crescente gap tra le nazionali più forti e quelle più deboli puntando il dito sul fatto che in 40 partite non c'è stato un pronostico rovesciato, con le otto grandi tutte ai quarti di finale. Addirittura preoccupa la fuga di alcuni giocatori di nazionali come Tonga o Samoa che hanno preferito evitare il rischio di infortuni piuttosto che disputare il mondiale. "Non diciamo che il torneo è perfetto - ha concluso Millar - Non abbiamo la bacchetta magica, ma rispetto al '97 il campionato è molto migliorato e nel 2007 non dovremo ripetere gli errori del 2003".

 

Secondo lancio - "Sono dispiaciuto nel sentire soltanto adesso certe dichiarazioni, ma allo stesso tempo mi fa piacere che lo riconosca". E' la reazione del presidente della federugby Giancarlo Dondi, alle parole del presidente dell'Irb (International rugby board) Syd Millar, il quale oggi ha ammesso che il sorteggio per la coppa del mondo è stato ingiusto, stilato con la volontà di dare un periodo di riposo superiore a certe squadre piuttosto che ad altre. Una cosa che fa arrabbiare il presidente sono però queste ammissioni fatte ora. "E' una ipocrisia. Detto adesso non serve a nulla. Anzi! Per quanto ci riguarda con il Galles probabilmente avremmo perso lo stesso, sicuramente avremmo però visto un'altra partita se avessimo avuto maggiore freschezza nelle gambe". Il presidente fa poi un passo indietro: "Nel dicembre del 2002 avevo già fatto presente che questo calendario non lo ritenevo giusto - ha detto ancora Dondi - ho fatto la stessa cosa ad aprile, senza esito. Gli australiani mi hanno poi detto che ormai era troppo tardi. Ora mi auguro che la mentalità cambi, che tutte le squadre vengano trattate allo stesso modo. Se si continua così, tra cento anni faranno la coppa del mondo tra di loro e basta". Ci sarà sicuramente occasione per ribadire, oggi ancora di più, le proteste italiane, anche a coppa finita. "Ripeto, mi fa piacere da una parte e dispiacere dall'altra sentire certe affermazioni. Ma io sono consigliere dell'Irb, basterà una prossima riunione del board per discuterne".

 

SUPER 10 – SABATO LA SECONDA GIORNATA

DESIGNATI I DIRETTORI DI GARA

Roma – Il CNAr, la Commissione Nazionale Arbitri della FIR, ha reso note le designazioni arbitrali per la seconda giornata del Super 10 in programma sabato 8 e domenica 9 novembre. Per il secondo turno RAISportSat trasmetterà l’incontro Conad L’Aquila – Ghial  Calvisano in leggera differita domenica 9 novembre alle ore 16.00.

 

SUPER 10                                                                             8.11.03  - ore 15 (rit. 17.4.04)

SKG GRAN PARMA - ARIX VIADANA                              arb. Morandin (Padova)

G.d.L. Di Gregorio (Padova) e Simion (Venezia), Quarto Uomo: Smonker (Padova)

R. ROMA -  BENETTON TREVISO                                      arb. De Falco (Napoli) *ore 14.30

G.d.L. Lombardi (Napoli), Mazza (Napoli), Quarto uomo: Cecere (Napoli)

LEONESSA BRESCIA - SAFILO PETRARCA PD                arb. Dordolo N. (Udine)

G.d.L. Pennè (Milano), Lento (Udine), Quarto Uomo: Zilli (Udine)

FEMI CZ ROVIGO - OVERMACH PARMA                         arb. Peri (Brescia)

G.d.L. Smussi (Brescia), Duina (Brescia), Podetta (Brescia)

                                                                                               9.11.03 – ore 15 (rit. 17.4.04)

CONAD L’AQUILA -  GHIAL CALVISANO                        arb. Damasco (Napoli)

G.d.L. Bonaccorsi (Prato), Commone (Napoli), Quarto Uomo: Conte (Napoli)

 

AL VIA IL 30 NOVEMBRE LA SERIE A FEMMINILE

IN CRESCITA IL RUGBY ROSA IN ITALIA

Roma - Archiviati con successo i tornei autunnali, che con un totale di 20 squadre partecipanti hanno sancito l’ulteriore crescita del movimento rugbistico femminile in Italia, tutto è pronto per dare  il via, domenica 30 novembre, al Campionato Italiano Femminile di Serie A 2003/2004.

Sono tredici le squadre iscritte, con le campionesse in carica della Benetton che sembrano avere anche quest’anno tutti i mezzi per confermare il proprio strapotere. Formula rinnovata rispetto allo scorso anno.  causa dell’incremento delle società partecipanti (portate da 12 a 13) e per facilitare gli spostamenti delle squadre iscritte, infatti, la prima fase del campionato si articolerà su tre gironi all’italiana (due da quattro squadre e uno da cinque). Le prime due classificate di ciascun girone accederanno alla seconda fase, dando vita a due differenti raggruppamenti da tre squadre ciascuno. Le prime e le seconde classificate di ciascun raggruppamento accederanno alle semifinali, da disputarsi secondo la formula della partita unica in campo neutro. Le vincenti delle semifinali si contenderanno, sempre in una gara unica, lo scudetto femminile 2003/2004.

 

PRIMA FASE (dal 30 novembre 2003)

Girone A: Benetton Treviso, Riviera del Brenta, Grazia Deledda, Biella

Girone B: Perugina, Piacenza, Pesaro, Lyons Amaranto Livorno/Gispi Prato, Monza

Girone C: CUS Roma, L’Aquila, Frascati, Messina

 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl