TERRORISMO: PICCHI (FI) la solidarietà di Forza Italia a Lorenzo Conti

21/giu/2007 18.12.00 Guglielmo Picchi Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

“Esprimiamo tuttala nostra solidarietà a Lorenzo Conti che ha avuto il coraggio di denunciarecon continuità i pericoli che derivano dal riemergere del terrorismo. LorenzoConti ha capito e noi siamo dalla sua parte che il lassismo con cui vieneaffrontato il problema terrorismo, in un clima di perdonismo da parte dellasinistra favorisce il ritorno di certe ideologie e di certi modi di operare cheminacciano la democrazia del nostro paese”.

 

Cosi' l’on. Guglielmo Picchi diForza Italia commenta la notizia delle lettere di minaccia inviate a LorenzoConti (figlio dell'ex sindaco fiorentino ucciso dalle Br nel 1986) e alleredazioni fiorentine de Il Giornale della Toscana e La Nazione, e bolognese de Il Resto del Carlino. Lelettere, a firma 'Brigate Rosse - Partito comunista combattente', si aprono conle parole 'Conti Lorenzo condannato a morte' e fanno riferimento allo scioperodella fame attuato da Conti lo scorso autunno per protestare contro l'elezionedi Sergio D'Elia a segretario della Camera dei deputati.

“Il presidente Nencini avrebbe dovuto fare mea culpa in precedenza pernon aver fatto tutto il possibile per evitare che ex terroristi collaborasserocon la Regione Toscana. Noi siamo dalla parte di Lorenzo Conti con il qualeabbiamo denunciato il ritorno del pericolo terrorista, peraltro denunciatoautorevolmente dal ministro dell’interno Amato. La sinistra deve tagliarecon nettezza i ponti con certe aree e frange estreme che tentano di affermarela riabilitazione civile, politica e morale degli anni di piombo”.

 

Ufficio stampa On. GuglielmoPicchi

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl