primi in sicurezza

primi in sicurezza Con oltre 3.000 cartoline contro gli infortuni sul lavoro si conclude la 5^ edizione del concorso "Primi in Sicurezza, Premio Emilio Rossini" La premiazione delle scuole vincitrici si è svolta presso il Centro Congressi Giovanni XXIII di Bergamo dove sono state conferite anche 4 medaglie donate dal Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano BERGAMO - Alla presenza del Presidente del Consiglio Regionale della Lombardia, Prof. Ettore A. Albertoni, e delle più importanti autorità istituzionali, presso il Centro Congressi Giovanni XXIII, sono state premiate le scuole vincitrici della 5^ edizione del concorso "Primi in Sicurezza, Premio Emilio Rossini" diretto a tutti gli studenti d'Italia, dalle materne alle elementari, dalle medie agli istituti superiori.

26/giu/2007 14.30.00 v.ventrella Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Con oltre 3.000 cartoline contro gli infortuni sul lavoro

si conclude la 5^ edizione del concorso

“Primi in Sicurezza, Premio Emilio Rossini”

 

La premiazione delle scuole vincitrici si è svolta presso

il Centro Congressi Giovanni XXIII di Bergamo dove sono state conferite anche

4 medaglie donate dal Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano

 

BERGAMO - Alla presenza del Presidente del Consiglio Regionale della Lombardia, Prof. Ettore A. Albertoni, e delle più importanti autorità istituzionali, presso il Centro Congressi Giovanni XXIII, sono state premiate le scuole vincitrici della 5^ edizione del concorso “Primi in Sicurezza, Premio Emilio Rossini” diretto a tutti gli studenti d’Italia, dalle materne alle elementari, dalle medie agli istituti superiori.

 

Il concorso è organizzato dalla rivista “Okay!” in collaborazione con Rossini Trading SpA, azienda leader in Italia nella produzione e commercializzazione di sistemi e prodotti antinfortunistici e di abbigliamento per il lavoro, e Anmil (Associazione Nazionale Mutilati e Invalidi del Lavoro).

 

Quest’anno “Primi in Sicurezza” ha ricevuto ben 4 medaglie dal Presidente della Repubblica e ha avuto il patrocinio dalla Commissione Europea, dal Presidente del Consiglio, dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, dal Consiglio Regionale della Lombardia, dalla Provincia di Bergamo, dal Comune di Bergamo, dal Prefetto di Bergamo, da Confindustria di Bergamo, dalla Camera di Commercio di Bergamo e dall’Associazione dei Carabinieri in Servizio Pastrengo.

 

Il Premio, come sempre, è dedicato alla memoria di Emilio Rossini, un uomo che ha creduto nelle proprie idee e che con tanto impegno ha saputo costruire una grande azienda insieme a numerose soluzioni vincenti nell’ambito di una nuova “cultura del lavoro”.

 

Con la premiazione di oggi termina così la 5^ edizione, che quest’anno ha invitato gli studenti a ideare una cartolina avente come tema la sicurezza nel mondo del lavoro. Un modo nuovo per non dimenticare che la vita è il più grande dono ricevuto e va garantito con attenzione e prudenza.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Gli studenti vincitori provengono da tutta la penisola e, a partire dai più piccoli, hanno affrontato con serietà e impegno il tema proposto per l’anno scolastico 2006-2007. "Primi in Sicurezza - Premio Emilio Rossini" cerca di sensibilizzare gli studenti, lavoratori e datori di lavoro di domani, sul tema della sicurezza negli ambienti di lavoro. Un obiettivo raggiunto grazie alla grande partecipazione degli scolari, circa 700.000, che hanno creduto in questa iniziativa, nelle sue tematiche e nella sua validità che, da ben 5 anni, invita tutte le scuole italiane a sottoscrivere un appello contro la “piaga” degli incidenti sul lavoro, che interessa i piu’ giovani.

 

 

Oltre ai premi ufficiali, il Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, ha assegnato 4 speciali medaglie alle scuole che si sono distinte per un maggior riconoscimento dell’importanza del tema; inoltre, sono stati attribuiti premi speciali dall’Anmil, da Confindustria di Bergamo, dalla Provincia di Bergamo e 3 menzioni d’onore ai gruppi che si sono imposti per il lavoro svolto.

7 istituti, particolarmente meritevoli, si sono aggiudicati un ulteriore premio speciale assegnato dall’Associazione Ville e Castelli in Lombardia, composto da un carnet di ingressi gratuiti.

 

Una menzione particolare va rivolta agli studenti-detenuti presso il carcere di Larino (Campobasso) dell’Istituto Tecnico "Majorana" di Termoli, vincitori del 1° premio Scuole Superiori, ai quali viene riconosciuto l’impegno prodigato alla realizzazione del progetto, utile al reinserimento nella società dopo il periodo detentivo.

 

La giornata si è felicemente conclusa con la distribuzione a tutti gli studenti presenti, di confezioni dolciarie offerte da Lazzarini Distribuzione Dolciumi di Azzano S. Paolo, sponsor del concorso.

 

 

 

Si allega elenco dei vincitori

 

 

 

Per maggiori informazioni, materiale fotografico e interviste:
Oz Comunicazione - Ufficio Stampa Rossini Trading SpA
Tel. 035.320465 - Fax 035.4247580
 
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl