RUGBY ROMA, IL CAMPIDOGLIO RISOLVE LA CRISI NASCE LA "CASA DEL RUGBY"

Allegati

10/nov/2003 18.45.45 Utente Non Registrato Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

 

Roma, 10 novembre 2003

 

RUGBY ROMA, IL CAMPIDOGLIO RISOLVE LA CRISI

NASCE LA “CASA DEL RUGBY”

SODDISFAZIONE DEL PRESIDENTE DONDI

 

Roma – Alle 14.30 di oggi pomeriggio il Sindaco di Roma Walter Veltroni ha ricevuto il “factotum” della Rugby Roma, Ambrogio Bona, assieme all’Assessore all’Edilizia, Roberto Morassut, all’Assessore all’Ambiente, Dario Esposito e all’Assessore alla Mobilità, il rugbista Mario Di Carlo.

Al termine dell’incontro, alle ore 15.00, conferenza stampa con i giornalisti convenuti per annunciare la soluzione alla crisi finanziaria della società capitolina: “Abbiamo cercato un intervento che risolvesse la situazione nell’immediato garantendo al tempo stesso un sostegno per il futuro della squadra. In questa soluzione rientra anche la “Casa del Rugby”, di cui avevo già parlato con il Presidente Dondi. Si tratta di una soluzione che dona al rugby romano forza e solidità. Nelle prossime 24 ore – ha concluso Veltroni – dopo aver verificato rapidamente alcune questioni tecniche, il progetto potrà essere ufficializzato”.

L’Assessore Di Carlo ha spiegato nel dettaglio il progetto: “Una cordata di imprenditori che avevano “in itinere” un progetto al sud di Roma per un centro sportivo integreranno tale progetto con la creazione della “Casa del Rugby”: l’idea è di realizzare un impianto analogo al Centro Geremia di Padova o alla Ghirada di Treviso. L’intervento del Comune in favore del rugby romano non si limiterà a garantire un supporto alla  Rugby Roma o alla creazione di due campi da rugby al Corviale e alla Borghesiana: stiamo verificando sia con la Lazio che con l’Unione Rugby Capitolina la possibilità di creare nuovi campi anche per questi club”.

Ovviamente raggiante Ambrogio Bona, che vede svanire lo spettro del fallimento della società: “L’emergenza è stata superata. Adesso dobbiamo tornare a concentrarci sugli allenamenti e sulla partita di sabato prossimo contro l’Aquila”.

La lunga crisi della Rugby Roma appartiene dunque al passato. L’imprenditore c’è e avrà un nome preciso nei prossimi giorni, quando le procedure dell’accordo con la Rugby Roma saranno ratificate in via notarile. L’imprenditore garantirà la solvibilità della società nell’immediato e la solidità per il futuro.

Compiaciuto il Presidente della FIR Giancarlo Dondi: “Speravo sin dall’inizio che la faccenda si sarebbe risolta per il meglio e adesso posso ritenermi soddisfatto e compiaciuto. Per l’immagine di uno sport in grande crescita come il rugby il fallimento della Rugby Roma avrebbe rappresentato una pubblicità negativa”.

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl