ALITALIA: PICCHI (FI) lo sapevamo, condizioni erano impossibili

ALITALIA: PICCHI (FI) lo sapevamo, condizioni erano impossibili "Privatizzare Alitalia alle condizioni poste dalgoverno era un esercizio impossibile, e l'esito della gara ne è stata ladimostrazione".

18/lug/2007 11.10.00 Guglielmo Picchi Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

“Privatizzare Alitalia alle condizioni poste dalgoverno era un esercizio impossibile, e l’esito della gara ne è stata ladimostrazione”. Così Guglielmo Picchi, deputato di Forza Italia, commental’esito della gara di Alitalia che ha visto l’uscita di scena anchedi AirOne. “Non è possibile privatizzare la compagnia imponendo aiconcorrenti obblighi non compatibili con il mercato, ma compatibili solo con lerichieste massimaliste della sinistra abituate alle imprese statali sovietiche.I sindacati con i loro ripetuti scioperi hanno poi di fatto allontanato tuttigli investitori stranieri che hanno rilevato come i dipendenti stessi nonvolessero partecipare al processo di risanamento. Adesso dopo 6 mesi di garaAlitalia non ha compratori e il governo deve dire ai contribuenti cosa intendefare, prima di scaricare su di loro il proprio fallimento”.

 

Ufficio Stampa On. Guglielmo Picchi Forza Italia

+39 3397139078

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl