Riduzione progressiva della sostanza grigia cerebrale in pazienti affetti da Disturbo Bipolare.

28/lug/2007 18.50.00 Psichiatria Online Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

A cura del Dr. Giuseppe Ruffolo, psichiatra - Uno studio recente condotto presso l’Università di Edimburgo e pubblicato sul Journal of Biological Psychiatry ha dimostrato per la prima volta che il Disturbo Bipolare si associa ad una riduzione progressiva della sostanza grigia cerebrale, in particolare a livello di alcune aree quali l’ippocampo oppure il cervelletto.
L’entità della perdita di sostanza grigia è risultata essere proporzionale al numero di episodi pregressi di malattia [episodi depressivi ed (ipo)maniacali] ed associata ad un decadimento progressivo in alcune abilità cognitive.
Le cause di questa riduzione di tessuto cerebrale non sono ancora note completamente tuttavia si ipotizza che essa possa essere correlata al danneggiamento progressivo del cervello connesso agli episodi di malattia ripetuti nel tempo oppure allo stress e/o a fattori di ordine genetico che potrebbero intervenire nel favorire la perdita di sostanza grigia cerebrale sia direttamente sia indirettamente, attraverso il ripetersi degli episodi affettivi.

www.psichiatria-online.it

”pillole” sul Disturbo Bipolare


----------------------------------------------------------------------------
DEXGATEMICRO il centralino VoIP multifunzione per l'azienda.
Prova gratuita per 4 utenti!


Scopri tutte le funzionalita' sul sito Dexgate.com
----------------------------------------------------------------------------

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl