Tanotango Festival 2007

Per la prima volta a Napoli suonerà (il 13settembre) l'orchestra Silencio Tango: l'ensembleinternazionale fondato nel 2000 da Roger Helou reinterpreta una formazioneclassica del tango argentino degli anni Cinquanta.

01/ago/2007 18.20.00 d.studio Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

 

Castelli di Tango

V Tano Tango Festival

 

Napoli, 11 - 16 settembre 2007

 

Castellidi Tango, tango nei castelli. Succede a Napoli, a settembre, dall’11 al16, per la Vedizione del Tano Tango Festival. Per la prima volta i manieri cittadini siaprono ai passi serrati, ai suoni, ai colori e alle suggestioni del tangoargentino. Binomio nuovo e intrigante. Per sei giorni l’imponente Castel Sant’Elmo sitrasformerà in una suggestiva milonga dove danzerannoalcuni tra i più celebri ballerini argentini. Special guest di questa edizioneè Pablo Véron che, ancorauna volta, torna nella città partenopea a sedurre il popolo tanghero e nonsolo. Il Festival alterna stage ed esibizioni: di giorno si impara,di notte è puro spettacolo con interpreti sublimi del Tango di Buenos Aires.

 

Glistage, articolati in diversi livelli (principianti, intermedi,avanzati e master), saranno condotti da grandi nomi dellascena internazionale come Eduardo Capussi y MarianaFlores, Sergio Cortazzo y SoledadRivero, e Diego Riemer (el Pajaro) y MechaEspinel. Parallelamente all'attività di stage vera epropria, funzionerà uno spazio di approccio al tango con lezioni quotidianetenute dai maestri della Milonga Porteña.

 

Glispettacoli e le esibizioni serali si terranno al Castel Sant’Elmo nellascenografica Sala dei Cannoni con vista mozzafiato sulla città, e al CircoloIlva di Bagnoli a pochi passi dal mare. Ogni sera uno spettacolo,un’orchestra e un ospite internazionale. La serata di apertura delFestival, ad ingresso libero, sarà nella Galleria Umberto I nel cuore dellacittà, di fronte al Castel Nuovo e a pochi passidalla Piazza del Plebiscito. Per la prima volta a Napoli suonerà (il 13settembre) l’orchestra Silencio Tango: l’ensembleinternazionale fondato nel 2000 da Roger Helou reinterpreta una formazioneclassica del tango argentino degli anni Cinquanta. Per lo stile musicale (Di Sarli, Troilo, Pugliese ecc.), laforza, il ritmo, le interpretazioni è considerata 'probabilmente la miglioreorchestra di tango in Europa' (Magazine 'Tango-Danza'2004 Nr2, Germany). A Napoli l'orchestra Silencio Tango presenta il suo primo CD!

 

I Maestri del Festival:

 

Sergio Cortazzo e Soledad Rivero

Argentini di Buenos Aires, sonobelli, eleganti, veloci e perfetti nelle figure più complesse: il loro tango èincanto puro.

Diego Riemer e Mecha Espinel

Argentini entrambi, hanno imparato il tango dai vecchi milongueri e da ballerini professionisti e fanno di questo bagaglio culturale la base per le loro innovazioni creative.Tradizione e innovazione si mescolano in un ritmo travolgente: ogni singolanota viene ballata con tutta la passione el’energia possibili!

Eduardo Capussi e Mariana Flores

Coppia storica del Tango e famosissima in tutto il mondo:sono elettrici, rapidi, imprevedibili, irresistibilmente divertenti e a tratticommoventi e toccanti. Ballando fanno teatro, ma il loro tango è quello verace,della gente del barrio. Ospiti richiestissimi dei più importanti Festival internazionali,hanno trasportato la qualità tecnica e la perizia della esibizione nel cosmodella teatralizzazione e della rappresentazionescenica.

I Maestridell'Accademia di Napoli.

Sono i maestri di tango argentinodella Milonga Tamotango diNapoli: Stefi Donisi che haintrodotto al tango oltre quattromila persone; Claudia Pane e Alice Rotondo chesi sono perfezionati negli anni con importanti insegnantiargentini come Pablo Veron,Osvaldo Zotto, Miguel Angel Zotto.

Le Orchestre delFestival:

Oltre al gruppo internazionale Silencio Tango (www.silenciotango.com)suoneranno le orchestre NuevoTango Ensamble e El Esquinazo. Nuevo tango Ensamble nasce nel 2001come trio con Gianni Iorio al bandoneon, Pasquale Stafano al piano e Alessandro Terlizzial contrabbasso. Da tre anni il gruppo porta avanti un progetto musicaleoriginale, basato su una rilettura della musica di AstorPiazzolla, nella quale all’interpretazione deibrani, così come amava eseguirli il grande Maestro argentino, si fondonoarrangiamento e improvvisazione con assoli di pianofortee bandoneon sulla base ritmica sostenuta delcontrabbasso. El Esquinazo  è il quartetto italiano composto da Antonio Ippolito, bandoneòn; Adriàn Fioramonti, chitarra;Guglielmo Caioli, contrabbasso e RubènPeloni, voce. Nasce nel 2002 ed è attivo nelleprincipali “milonghe”, piazze e teatri ditutta Italia. Il loro repertorio può spaziare dal tango tradizionale della“Guardia Vieja” (anni ’20 e’30 del 900) al tango “canciòn” (Gardel) e della “Guardia Nueva”(anni ’40) fino al “Nuevo Tango” diAstor Piazzola.

I Musicalizador del Festivalsono l’argentino Félix Picherna e inapoletani LuigiSpinelli

 e Willy.

 

Napoli -Buenos Aires, riallacciare i fili

C’èun filo ideale che lega Napoli a Buenos Aires e la sua memoria si perde nellastoria delle origini del tango. Dal porto di Napoli un secolo fa partivano ibastimenti diretti verso la Terra d’Argento, l’Argentina. Bastimenti carichidi uomini e donne con le loro valigie piene di nostalgia e sogni di fortuna.Emigranti italiani che portarono nella nuova terra parole e musiche, melodiemalinconiche ed un bagaglio culturale che presto andò a mescolarsi con il mondodei gauchos della Pampa, dei bassifondi di BuenosAires. Da qui nacque il Tango, incontro di popoli, culture e tradizioni.

 

PerchéTano

Tano è lacontrazione di "Napolitano" ed è un termineconiato ed ancora usato a Buenos Aires per indicare gli immigrati provenientinon solo da Napoli, ma d'origine italiana in generale. Napolitanisono dunque, per gli argentini, tutti gli italiani. Il festival rende omaggio aquesto nome caldo ed evocativo per riscattarne almeno in parte l'originariosenso dispregiativo, per riallacciare i fili di un passato non così lontano.

 

Ilprogramma giorno per giorno

 

Martedì 11 settembre - 21.00 Apertura del Festival nellosplendido scenario della Galleria Umberto I di Napoli, tra il Castel Nuovo e il Teatro di San Carlo. Musicalizador: Willy. Ingresso libero.


Martedì 11 settembre – Dopo le 24.00.  Notte di Tangoalla Milonga Porteña. Dopo lamezzanotte si continua a ballare nella prima milonga della città. Musicalizador: Willy. via Gennaro Capuozzo, 52 - Fuorigrotta– Napoli. Ingresso libero

 

Mercoledì 12 settembre - 22,30. Serata Danzanteall'ILVA con esibizione dei Maestri
Esibizione
deimaestri Diego Riemer (el Pajaro)e Mecha Espinel.Musicalizador: Luigi Spinelli. via Coroglio, 90 - Bagnoli – Napoli. € 8,00

 

Giovedì 13 settembre - 20,00. Tango al CircoloUfficiali della Marina Militare di Napoli
Concerto del quintetto Silencio Tango nelsalone Circolo Ufficiali della MarinaMilitare di Napoli Suonerà: Silencio Tango. via Cesario Console, 3 bis, Napoli. € 10,00

 

Giovedì 13 settembre - 22,30. Tango al CircoloUfficiali della Marina Militare di Napoli
Serata danzante con concerto del quartetto El Esquinazo ed esibizione di Sergio Cortazzoe Soledad Rivero nella terrazza del Circolo. (prenotazione obbligatoria, 15 € per i due eventi delgiorno). Suonerà: El Esquinazo.Musicalizador: Willy. via C.Console, 3 bis, Napoli. € 10,00

 

Venerdì 14 settembre - 21,30. Serata di galaal Castel Sant’Elmo.Concerto di Tango Jazz con il Nuevo Tango Ensamble. Ore 22,45 Seratadanzante con musica dal vivo ed esibizione di tutti i maestri del Festival. Suonerà: Nuevo Tango Ensamble. Musicalizador: Felix Picherna. via Tito Angelini, 20 – Napoli. € 12,00

 

Sabato 15 settembre - 21,30. Tango espettacolo di folklore argentino al Castel Sant'Elmo. Concerto.Ore 22,45 Seratadanzante con esibizione di tutti i maestri delFestival e spettacolo di folklore argentino con "Balletfolklorico el arriero". Suonerà: Nuevo Tango Ensamble.Musicalizador: Felix Picherna. via Tito Angelini, 20 – Napoli. € 15,00

 

Domenica 16 settembre - 22,30. Saluti conserata Danzante all'ILVA
Serata di chiusura delFestival con la partecipazione di tutti i maestri del festival Musicalizador: Luigi Spinelli. via Coroglio, 90 - Bagnoli – Napoli. € 7,00

 

Con il patrocinio e la collaborazione diRegione Campania, Provincia di Napoli Assessorato al Turismo, Comune di NapoliAssessorato Grandi Eventi

 

INFO

 

V Tanotango Festival a cura di StefiDonisi.

Organizzazione:la Milonga Porteña

www.tanotango.it

info 081 – 2428567

 

press office dipunto studio

www.dipuntostudio.it(foto scaricabili ad alta ris. – cliccare su Portfolio e quindi Tanotango)

081 0605636 - 347 3331576 (donatella)– 340 3581884 (irene).

 

 

 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl