Fiera_del_Baratto_e_dell'Usato

18/nov/2003 22.24.21 Utente Non Registrato Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Comunicato stampa

Fiera del Baratto e dell’Usato

Fiera di Roma (Eur) - 22/23 novembre 2003

 

Sbarca a Roma l’Arcimboldo made in Napoli

 

Che curiosa scultura. Senza creta, né marmo, legno o carta. Ma scolpita con ortaggi, forme di pane, pasta, libri, vecchi telefoni e scatole per il latte: mille e più materiali di riciclo, rivisitati in un omaggio arcimboldesco. Il nuovo Arcimboldo partenopeo è Aldo Di Bello: classe 1951. Come lui stesso ama ricordare: “Dovevo andare ad una festa in casa di un’amica, che mi aveva chiesto di portarle qualcosa  per festeggiare l’arrivo della primavera. Così allestii un simpatico cesto di frutta e verdura di stagione;  ma, non soddisfatto, mi resi conto che con quegli ‘ingredienti’ era possibile comporre qualcosa di più divertente. Così mi misi a comporre un ‘volto’, che ebbe molto successo durante la festa. All’indomani, regalai la ‘scultura’ al fruttivendolo (tanto paziente con me), che la espose. Fu notata. Fui accostato al famoso pittore cinquecentesco Giuseppe Arcimboldo: neppure lo conoscevo allora. Ma da quel momento, babà, pastiera e sfogliatella, divennero naso, occhi e bocca. Stessa fine per Pizze, freselle e taralli. E poi mandolini e Pulcinella, corni antimalocchio e putipù, carte napoletane e utensili per tappare le bottiglie di pomodoro… hanno fatto il resto”. Grazie all’impegno di Augusto Lacala e Sandro Luglio, sarà ammirabile una sua mostra alla Fiera del Baratto e dell’Usato il 22 e 23 novembre, presso i padiglioni della Fiera di Roma all’Eur, una sua collezione di opere farà da cornice alla sua ultima: “Il centralinista”. Un assemblaggio di materiale telefonico tra vecchio e nuovo, telefoni d’epoca, e loro parti, fino ai cellulari di moderna concezione, la testa d’autore comprenderà tanto di capigliatura fatta con fili telefonici che provengono da una vecchia centralina. Elemento chic, degli spinotti che si usavano una volta: jack. Un capolavoro di riciclo per il quale ArcimbAldo (www.arcimbaldo.it) ha impiegato un anno di impegno: tanto ha portato via la ricerca per la bocca, un telefono in riuso, già dalla forma somigliante a due morbide labbra, ma che era di difficile reperimento.

 

Orario: 10/21. Ingresso: gratuito per i ragazzi sino ai 12 anni, costa 3€.

Informazioni: tel. 0815529988. Internet: http://www.bidonville.org. E-mail: bidon@bidonville.org.

Ufficio stampa: Roberta Maresci 3343026036.

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl