"MilanoEnergia" e "Aqua": in Lombardia le soluzioni a black out e crisi idrica

24/nov/2003 18.05.01 multimedia Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
 
 

Dal 25 al 28 novembre prossimi Milano ospiterà due saloni interamente dedicati alle risorse e alle tecnologie per la produzione di acqua ed energia con una grande novità: l’auto a idrogeno

 

“MilanoEnergia” e “Aqua”: in Lombardia le soluzioni a black out e crisi idrica

 

       Milano. Black out, crisi idrica, inquinamento, blocco del traffico. Esistono nuove fonti di energia? Carbone o nucleare? È possibile un’economia a idrogeno? Sono questi alcuni temi proposti dai nuovissimi saloni in programma in Fiera Milano dal 25 al 28 novembre prossimi: MilanoEnergia 2003, la 2° Mostra Convegno delle Risorse e delle Tecnologie Energetiche e Aqua 2003, 1° Mostra Convegno delle Tecnologie per il Trattamento e la Distribuzione delle Acque.

 

       Le manifestazioni saranno inaugurate martedì 25 dall’Assessore alle Risorse Idriche e Servizi di Pubblica Utilità Maurizio Bernardo: “Oggi è fondamentale parlare di energia con lo sguardo rivolto alle necessità delle imprese e senza dimenticare l’ambiente” - sottolinea l’Assessore. “Significa sforzarsi di rendere compatibile l’alto livello di qualità di vita raggiunto e la difesa dall’inquinamento con il mantenimento di una capacità produttiva di livello europeo, che permetta, cioè, di far fronte agli assalti della concorrenza estera contenendo allo stesso tempo i costi elevati che derivano dalla maturità e dalla complessità raggiunta dal nostro sistema energetico”.

 

       Gli acquedotti della Regione Lombardia registrano un consumo di 1.317.000.000 mc. di acqua l’anno, di cui 255.000.000 circa in città e più di 580.000.000 nella sola provincia. Il rapporto del mese di ottobre del GRTN afferma che da un fabbisogno italiano di 49.541 MW, la Lombardia è la regione più affamata di energia, con un fabbisogno di quasi 10.000 MW. Dati che fanno pensare, ancora una volta al problema, ormai divenuto emergenza, della produzione energetica ed idrica. Temi di importanza fondamentale per il futuro italiano e mondiale.

 

       Per questo motivo obiettivo comune degli espositori sarà quello di affrontare il tema dello sviluppo energetico senza peggiorare il degrado ambientale determinato per lo più dall’inquinamento dell’aria e dell’acqua, dall’effetto serra, dal buco dell’ozono, dalla deforestazione e dal dissesto idrogeologico. A partire dalla presentazione della prima macchina a idrogeno del mondo realizzata con impianto a gas auto a idrogeno; la vettura, che sarà guidata dallo stesso Assessore Bernardo ed in seguito esposta per tutta la durata della manifestazione, funziona grazie ad un impianto che può essere installato su qualsiasi automobile.

 

L’auto a idrogeno però sarà solo una delle importanti novità presenti in Fiera, cui - oltre alle novità in esposizione - si aggiungeranno “convegni internazionali, conferenze sui sistemi innovativi e nuove tecnologie, tavole rotonde e seminari - spiegano gli organizzatori Antonio Rampini e Roberto Pinna Berchet - che daranno ampio spazio alle tematiche relative alle diverse fonti di energia: da quelle più tradizionali - come il petrolio, il gas naturale, carbone pulito, nucleare - a tutte le possibili forme alternative o aggiuntive - fotovoltaica, eolica, da biomassa, geotermica, idrica, bioclimatica, ecc…”.

 

Aqua 2003 e MilanoEnergia si avvalgono del supporto di ben due segreterie organizzative: Assoexpo - “Associazione Promozione Mostre” - ai primissimi posti tra le organizzazioni private del settore ed Eiom/Bias Group, parte di VNU- uno dei principali gruppi internazionali nel settore dei media e dell’informazione, nelle fiere e guide professionali.

 

         ………………..

         Ufficio Stampa

         MultiMedia

         Dott. Ssa Francesca Baldini

         348.1329076

 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl