Caserta. Cgil Fp, riorganizzazione dei servizi all'interno della Reggia

"Il tutto si è palesemente arenato- continua la Cgil Fp -perché il perdurare di un modello conservatore e la totale mancanza di propostedi un gruppo dirigente rallentano o addiritturaostacolano ogni progetto innovativo che si sforzi di giungere a una modernaorganizzazione del lavoro.

04/ott/2007 16.20.00 Maria Beatrice Crisci Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Funzione Pubblica CGIL

Caserta

Caserta,giovedì 4 ottobre 2007

Agli organi di informazione

Comunicatostampa

Caserta. Cgil Fp, riorganizzazionedei servizi all’interno della Reggia

           “Più volte  oggetto di critica in questi giorni, la Reggia di Caserta ha al suointerno le energie per intraprendere una strada riformatrice che parta da unanuova organizzazione del lavoro”. A sottolinearloè la Cgil Fp e Flpche aggiunge: “è opportuno analizzare i problemi  strutturali, organizzativi e strumentali affinchési possa arrivare a standard di servizi di assistenza al pubblico in linea coni principali musei europei.

           Servizi igieniciadeguati, manutenzione costante al parco e agli appartamenti storici, pulizia,ridefinizione ingressi contro il fenomeno del commercio abusivo,montaggio di rastrelliere per biciclette in punti strategici, riorganizzazionedella vigilanza e dell’accoglienza”. Questi solo alcuni dei tantitemi che le organizzazioni sindacali ormai da tempo si augurano di concordare conla dirigenza della Reggia.

           “Il tutto si è palesemente arenato– continua la Cgil Fp –perché il perdurare di un modello conservatore e la totale mancanza di propostedi un gruppo dirigente rallentano o addiritturaostacolano ogni progetto innovativo che si sforzi di giungere a una modernaorganizzazione del lavoro.

            Sta di fatto che la Reggia di Caserta, e i suoifruitori nazionali e internazionali, scontano unanegligente disattenzione e un pressappochismo che sono terreno fertile dimalcostume e delinquenza.

          La Reggia di Caserta è oggi ancora vista come contenitore o sarebbe meglio dire location periniziative esclusivamente di spettacolo che il più delle volte mortificano ilsito, ma che, lo comprendiamo, servono spesso per accrescere una visibilitàpolitica               personalespendibile in contesti diversi”.

          Le organizzazioni sindacali Cgil Fp e Flp/Bac muovono il loro impegno finalizzato aun accrescimento della domanda di cultura e delle opportunità che questocapoluogo e questa provincia possono dare.

          L’appello, che rivolgiamoall’opinione pubblica, è di un sostegno serrato ainiziative che  riportino il monumento vanvitelliano al decoro e allo splendore non solo di notte(quando le luci illuminano solo quel che si vuol risaltare), ma anche di giorno,quando il mondo intero tocca con mano la realtà quotidiana del monumentovisitato”.

        

 Conpreghiera di cortese pubblicazione e radio-tele-web-diffusione.I giornalisti che volessero richiedere foto in formatojpeg o contattare l’ufficio stampa per ognialtra informazione possono rispondere a questa e-mail.

 

Cgil Fp Caserta Comunicazione

Questo messaggioe-mail, inviato in Ccn a unalista di destinatari, non contiene pubblicità né promozione di tipocommerciale. Coscienti che invii di posta elettronica indesiderati siano oggetto di disturbo, La preghiamo di accettare lenostre più sincere scuse se la presente non dovesse essere di Suo interesse. Anorma della Legge 675/96 abbiamo reperito il Suoindirizzo e-mail di persona, navigando in rete o da messaggi di postaelettronica che l’hanno reso pubblico. Questo messaggio non può essereconsiderato spam poiché include la possibilità di essere rimosso daulteriori invii di posta elettronica. Qualora non intendessericevere ulteriori comunicazioni, La preghiamo di inviare una risposta conoggetto: “Cancella”. Grazie.

Ai sensie per gli effetti del D. Lgs. 196/03, le informazioni contenute in questomessaggio e-mail sono dirette esclusivamente al destinatario, e come tali sonoda considerare riservate. È vietato pertanto utilizzare il contenutodell’e-mail, prenderne visone o diffonderlo senza autorizzazione. Qualorafosse da Lei ricevuto per errore voglia cortesemente rinviarlo al mittente esuccessivamente distruggerlo.

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl