il casino delle rose di veltroni & compagni

Appare evidente che il Sindaco VELTRONI, che sbandiera sempre il suo interesse per il cinema, ^si nasconde e vuole ignorare la grande realtà culturale autonoma del M.I.C.S. per favorire altri suoi progetti misteriosi^&

04/dic/2003 22.35.55 Utente Non Registrato Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.


RIPORTIAMO DUE DOCUMENTI CHE MERITANO ATTENZIONE:
· LA ^LETTERA APERTA AL SINDACO WALTER VELTRONI^
· LA ^RISPOSTA^ DEGLI ASSESSORI BORGNA E MINELLI…
Pubblicata su ^Punto a capo^ un notiziario elettronico …

Appare evidente che il Sindaco VELTRONI , che sbandiera sempre il suo interesse per il cinema , ^si nasconde e vuole ignorare la grande realtà culturale autonoma del M.I.C.S. per favorire altri suoi progetti misteriosi^…
Gli Assessori Borgna e Minelli rispondono vagamente, con dedizioni ^ a senso unico ^, sia per togliersi la ^patata bollente ^ della tristemente nota delibera riguardante la cessione, ad una Soc. immobiliare, degli enormi spazi di Via Bettoni-Via Portuense ( dove si trova attualmente il M.I.C.S. ) e con un ^pugno di lenticchie^ liberare i 1500 mq. espositivi del M.I.C.S.
Rispondono , scivolando via sull’utilizzo effettivo della ^Casina delle rose^ (che costa ingenti somme alla collettività) ; sminuendo a ^collezione^ la grande realtà culturale e sociale del M.I.C.S. ( riconosciuto ufficialmente con decreto della Soprintendenza del 9-7-2003 come di ^grandissimo valore storico^) e promettendo un ^pugno di lenticchie e qualche caramella^ per ACCAPPARARSI IL CONTROLLO DEL M.I.C.S. E ACCANTONARLO …. LA CULTURA, IL CINEMA DEVONO ESSERE- SECONDO GLI UOMINI DEL POTERE – SOTTO IL CONTROLLO POLITICO UNILATERALE DI VELTRONI-BORGNA-MINELLI & C°
LA BATTAGLIA DI JOSE’ PANTIERI CONDOTTA CON COERENZA E SACRIFICI DA QUASI MEZZO SECOLO PER L’AUTONOMIA DELLA CULTURA ANDREBBE COSI’ VANIFICATA…PER FAME, MINACCE, RICATTI E FURBIZIE VARIE…
CHI TACE E’ COMPLICE-
DIMOSTRA IN QUALCHE MODO LA TUA SOLIDARIETA’


LETTERA APERTA AL SINDACO WALTER VELTRONI

Gentile Sindaco,
Ancora una volta La invitiamo calorosamente ad una doverosa visita al M.I.C.S. Museo ^Josè Pantieri^ del cinema e dello spettacolo di Via Portuense 101 a Roma.
Si tratta di una grande realtà culturale e sociale, frutto di un lungo lavoro che risale al 1959 e che che ottenuto tanti riconoscimenti e che dal 9 luglio 2003 ha ottenuto anche il riconoscimento ufficiale dello Stato tramite un decreto della Sovrintendenza del Ministero per i Beni Culturali ,Decreto che riconosce il ^grandissimo valore storico^ del patrimonio da noi raccolto nel Museo.
L’Assessore Claudio Minelli ci chiede il trasferimento all’EUR , per lasciare liberi i locali di 1500 mq. di Via Portuense e siamo in trattativa. Abbiamo tuttavia saputo notizie di un progetto che Lei segue personalmente, riguardante la ristrutturazione della ^Casina delle rose^ che si dovrebbe inaugurare per la primavera del 2004 (per il ^Natale di Roma^…Il progetto prevede una sala cinematografica di circa 120 posti, un bar, e dei locali, di circa 600 mq. espositivi per un ^Museo^…
Quale ^Museo^ e composto con che cosa ?
Noi offriamo, tramite una corsia preferenziale, il nostro importante patrimonio visibile in Via Portuense 101 .
Crediamo utile , nell’interesse della collettività, stabilire subito un accordo di natura prettamente culturale e sociale. Volere o non volere, il MICS, è una grande realtà , non improvvisata, consolidata, vasta, e importante, che non ha eguali , soprattutto a Roma, città del cinema, che grazie a noi ha finalmente tutto questo.
In attesa, con la speranza di rendere concreto presto, inviamo cordiali saluti

Josè Pantieri
Direttore del M.I.C.S.
Tel 063700266
E-mail : ^ cinespetta@eticare.it^
******************

RISPOSTA DEGLI ASSESSORI A JOSE' PANTIERI

Borgna e Minelli propongono l'Eur per sede collezione Pantieri

ASSESSORATI CULTURA e PATRIMONIO

La Casa del Cinema che avrà sede nella Casina delle Rose non è in alcun modo adatta ad ospitare la collezione di Josè Pantieri oggi comunque collocata in maniera assolutamente inadeguata e precaria.



Ciò dipende da motivi di spazio e funzionali: la Casa del Cinema infatti si basa su un progetto attuativo che prevede attività culturali, proiezioni, incontri, eventi, tavole rotonde, con spazi museali molto limitati. Ovviamente sarà possibile ospitare alcuni pezzi rappresentativi della collezione.



Con l'occasione si evidenzia l'attenzione verso la soluzione oramai individuata presso il polo museale dell'Eur, d'intesa con Eur Spa e le Sovrintendenze. Questa nuova soluzione, siamo certi in tempi molto rapidi, potrà ospitare stabilmente e adeguatamente, anche in forma innovativa, il mondo di Josè Pantieri.

***
DIMOSTRA LA TUA SOLIDARIETA’ PER EVITARE QUESTA NUOVA ^MANOVRA^. DEL POTERE

M.I.C.S.
^e-mail ^ cinespetta@eticare.it^

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl