SENTENZA SINDACO FIRENZE: PICCHI (FI) e BIANCHI gli abusi si pagano, atto inevitabile come sarà per Viale Morgani

29/ott/2007 18.49.00 Guglielmo Picchi Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

“Apprendiamo con soddisfazione la sentenza di condannadel sindaco di Firenze per l’abbattimento selvaggio di alberi nel 2003. Adessochiediamo che al più presto la magistratura faccia chiarezza sugliAlberi della Rimembranza del Viale Morgagni”.

Così Guglielmo Picchi deputato di Forza Italia e JacopoBianchi consigliere comunale di Firenze commentano la sentenza con cui ilsindaco di Firenze Leonardo Domenici è stato condannato dalla Corted'Appello di Firenze  aquattro mesi e dieci giorni di arresto (convertiti in una multa) perl'abbattimento, nel 2003, di quattro alberi alla Fortezza Da Basso.

“L’amministrazione comunale di sinistra e ilsindaco in testa stanno portando avanti da anni una selvaggia cementificazionedella città con grave danno al verde pubblico e agli edifici storici. Nel2003 senza ragione furono abbattuti degli alberi della Fortezza, adesso nel2007 l’intero Viale della Rimembranza del Viale Morgagni  tutelatoda leggi regionali e nazionali. L’amministrazione deve capire che pertutti  esistono regole e vincoli da rispettare. Fino ad oggi ègià andato perduto il porto Mediceo al Pignone, la Villa Romana all’isolotto e sono in pericolo il duomo e il battistero, non sarebbe ilcaso dopo questa sentenza di arrestare il taglio dei rimanenti alberi  dellaRimembranza evitando quindi ulteriori scempi? Noi continueremo a vigilare controgli abusi che l’amministrazione di sinistra continua a perpetrare inattesa dei risultati delle indagini sul parcheggio della Fortezza e suglialberi della Rimembranza”.

 

 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl