ESTERI: PICCHI (FI) Danieli viceministro degli esteri mente in Parlamento

ESTERI: PICCHI (FI) Danieli viceministro degli esteri mente in Parlamento "Danieli, viceministro della Repubblica, ha mentito in parlamento quando non più di due settimane fa affermò che nessunconsolato sarebbe stato chiuso rispondendo ad una mi domanda diretta".

02/nov/2007 12.30.00 Guglielmo Picchi Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

“Danieli, viceministro della Repubblica, ha mentito in parlamento quando non più di due settimane fa affermò che nessunconsolato sarebbe stato chiuso rispondendo ad una mi domanda diretta”. CosìGuglielmo Picchi, deputato di Forza Italia annuncia una interrogazione per sapereche cosa sarà fatto per garantire i servizi necessari alla comunità italiana inScozia dopo l’annuncio della chiusura del consolato generale di Edimburgo.

La sinistra è sempre più stupefacente incampagna elettorale aveva promesso il rafforzamento della rete consolare, pochimesi dopo votò contro il suo rafforzamento e poi ha cominciato il pianoselvaggio di chiusure. Ciò che è peggio che le decisioni sulle chiusure delle rappresentanze consolari vengono messe in attosenza il minimo coinvolgimento delle forze polico-sociali, dei rappresentantidei residenti all'estero, dei parlamentari eletti all'estero  e deisindacati del MAE e soprattutto delle comunità coinvolte. Così prima è statachiusa Bastia poi Lipsia, Atene e adesso Edimburgo. Quello che poi lasciatotalmente senza speranze è il senatore Danieli che consapevolmente viene inparlamento e mente sapendo di mentire. Credo che Danieli si dovrebbe dimetteresubito se la chiusura di Edimburgo risulterà confermata”.

 

Ufficio Stampa On. Guglielmo Picchi Forza Italia!

 

 

 

Roma, 2 Novembre 2007

Interrogazione a risposta scritta

Al Ministroal Ministro degli affari esteri

 

Per sapere -premesso che:

 

secondo quanto riferitoal sindacato del personale a contratto del ministero degli affari esteri dalla Direzione Generale per il Personale del MAE è appena avvenuta la chiusura del ConsolatoGenerale d'Italia in Edimburgo, competente per la Scozia;


la chiusura del consolato provocherebbe gravi danni alla comunità italiana inScozia che vanta una importanta tradizione storica e una rilevante consistenzanumerica, in quanto essa è disseminata su un vasto territorio e il consolatopiù vicino è quello di Manchester;

 

nell’audizioneal Comitato permanente per gli Italiani all’estero il Vice MinistroDanieli aveva assicurato che nessun consolato sarebbe stato chiuso;

 

anche in questocaso le decisioni sulle chiusure delle rappresentanze consolarivengono messe in atto senza il minimo coinvolgimento delle forzepolico-sociali, dei rappresentanti dei residenti all'estero, dei parlamentarieletti all'estero  e dei sindacati del MAE;

 

nel consolatodi Edimburgo sono in servizio  tre impiegati a contratto per i qualisulla base dei contratti attualmente in vigore l'Amministrazione degli Esterisi impegnerà unicamente - non sussiste infatti alcun obbligo di legge - a trovare adeguate soluzioni di ricollocamento;

 

se corrisponda averità la chiusura del Consolato e quali le motivazioni che l’hannodeterminata;

 

quali ulteriorichiusure sono previste in Europa e quali i tempi delle stesse;

 

come intenda intervenire per garantire un adeguatolivello si servizi alla comunità in Scozia;

 

se non ritengaopportuno mantenere almeno la presenza di una agenzia consolare per servire leesigenze di un territorio così vasto come quello scozzesee garantire i livellioccupazionali;

 

 

On.Guglielmo PICCHI

 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl